Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Malore improvviso in casa a Pesaro, muore il presidente del Tribunale Fanuli

Giuseppe Fanuli
Giuseppe Fanuli
di Simonetta Marfoglia
2 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Luglio 2022, 17:01 - Ultimo aggiornamento: 8 Luglio, 08:23

PESARO  - Choc, dolore e cordoglio nel mondo giudiziario per l'improvvisa morte del presidente del Tribunale di Pesaro, Luigi Fanuli,  65 anni.  La notizia della sua scomparsa si è diffusa in tarda mattinata destando incredulità e sconcerto. Si è sentito male in casa, un appartamento in pieno centro non lontano dalla Questura di via Bruno. Un malore improvviso che non gli ha dato la possibilità di chiedere aiuto. A dare l'allarme alcuni suoi colleghi del  Tribunale che non l'avevano visto in ufficio, sul posto anche gli agenti della polizia per le formalità di rito. Quando è stato ritrovato in casa per lui non c'era già più nulla fare. Le cause del decesso sono con ogni probabilità di origini  naturali anche se nel rispetto della procedura di legge verrà eseguita un'ispezione cadaverica. Fanuli era originario di Terni e viveva a Treia. Aveva preso incarico a Pesaro come presidente del Tribunale cinque anni fa, nel 2017, dopo aver ricoperto vari incarichi nei Tribunali e nelle Procure della Marche: era stato sostituto procratore a Macerata, presidente della sezione penale a Fermo e poi era passato alla Corte d'appello da Ancona.  Era  una persona professionalmente preparata, umanamente  riservata ma estremamente atteena e disponibile. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA