Pesaro, la rivinciata del Miralfiore
Che folla per il "Gran Parco"

Lunedì 30 Aprile 2018
Un Miralfiore casa di tutti

PESARO - Ancora un grande successo per la terza edizione, tutta primaverile di Gran Parco Miralfiore. Soddisfatti gli organizzatori del format, dall’amministrazione comunale alle associazioni ludico ricreative e ambientaliste. Soddisfatto lo staff organizzativo del progetto Aradia, nato per rendere sempre più fruibile e bello il polmone verde cittadino dopo mesi complicati, ormai passati, in cui era finito in mano a spacciatori e personaggi borderline. «Grande affluenza, un po’ per tutta la giornata di ieri - commenta lo staff - fin dalle 10 del mattino e nelle ore centrali del pomeriggio, è stato un via e vai continuo di famiglie e di giovani, magari anche solo per una passeggiata nel parco. Musica, divertimento e un’attenzione particolare alla valorizzazione del Miralfiore e alla sua rinnovata sicurezza, merito degli sforzi congiunti di Comune e associazioni, che operano sempre più in sinergia. Famiglie e bambini hanno affollato soprattutto i laboratori delle associazioni “Ittico” e “Liberamusica”, ma la vera attrattiva sono stati i tanti momenti musicali dal vivo sparsi per il parco». La musica è stata il filo conduttore di questa edizione e ha riscontrato il favore di tanti, dalle famiglie ai giovani. Un percorso nel tempo con concerti che hanno spaziato dagli anni ‘50 agli anni ‘70 e ‘80, fino ai giorni nostri. Giovani e giovanissimi, hanno partecipato numerosi all’evento “Il massimo della musica”, un momento anche per ricordare Massimo Anatrelli, leader dello storico gruppo pesarese Supertele e scomparso in un tragico incidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA