Non rispetta il divieto di avvicinamento e la polizia lo blocca: era sulle tracce della moglie fuggita da Roma

Domenica 27 Febbraio 2022
Polizia in servizio

PESARO  - Viola il divieto di avvicinamento ma è bloccato dalla polizia. A essere fermato un 53enne residente nella zona di Roma sulle tracce della moglie 50enne, fuggita dall’uomo e rifugiatasi insieme ai figli a Borgo Santa Maria tre settimane fa. Una fuga da chi le aveva trasformato la vita in un incubo. Tra l’altro è in corso anche un processo per maltrattamenti che vede il 53enne imputato.

 

La donna temeva che lui la potesse trovare anche nel suo rifugio per questo, sospettando che lui riuscisse a scovarla si era rivolta alla polizia. E la polizia aveva stesso un piano operativo partendo dalla targa della macchina dell’uomo immediatamente rintracciabile grazie ai sistemi di lettura targhe che sono disseminati in vari punti di Pesaro. Così quando il passaggio dell’uomo è stato rilevato dagli apparecchi la sala operativa della Questura sapeva già come intervenire.

E’ successo nella giornata di venerdì quando il targa system ha segnalato l’uscita della macchina dell’uomo dal casello pesarese dell’A14. A quel punto è stata allertata la squadra volante che con una pattuglia si è portata a Borgo Santa Maria estendendo l’allarme anche alla polizia locale che ha collaborato all’intervento. Gli agenti della squadra volante hanno avvertito la donna, che in quel momento si trovava al supermercato a fare la spesa, e l’hanno scortata fino a casa dove ad attenderla c’era il marito.

La fase successiva sono stati i controlli e l’arresto dell’uomo che ora, in virtù delle nuove disposizioni, diventa obbligatorio se viola il divieto avvicinamento. Tuttavia una volta fermato l’uomo, che aveva con sè un taglierino, non poteva essere soggetto a ulteriore forma di custodia cautelare e quindi trattenuto, per questo è poi tornato libero con l’obbligo di rientro a Roma e di non tornare a Pesaro per i prossimi tre anni. Verrà comunque segnalato a procura con proposta di aggravio della Verrà comunque segnalato a procura con proposta di aggravio della misura del divieto di avvicinamento.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA