Nosocomio Sibillini: ancora pochi mesi e poi la consegna

Venerdì 6 Maggio 2022
Nosocomio Sibillini: ancora pochi mesi e poi la consegna

AMANDOLA - Camminano a passo veloce i lavori per la realizzazione del nuovo ospedale dei Sibillini. Finita la copertura ed il solaio interno tra il primo e secondo piano, e la struttura portante è completata. Il 19 aprile 2021 è stata approvata dalla giunta regionale la delibera n. 446 con la quale viene autorizzata la stipula, tra Regione Marche, Aato 5, Ciip e Comune di Amandola, dell’accordo di programma per la progettazione e realizzazione delle reti idriche e fognarie della nuova struttura ospedaliera nel territorio di Amandola.

 

Tali opere, del valore di circa 800mila euro, sono l’anello mancante per dare completamento all’edificazione del nuovo ospedale. Al momento, risulta rispettato il cronoprogramma relativo alle varianti in adozione, e la conclusione del cantiere è prevista in qualche mese. Proprio grazie alle tecnologie utilizzate - strutture in acciaio e isolatori sismici - il nuovo ospedale di Amandola potrà garantire i più alti livelli di sicurezza anche in caso di sismi severi, maggiore vita utile dell’edificio ed una flessibilità di utilizzo degli spazi.

Recentemente è stato dato mandato di aggiornare il progetto con l’inserimento delle direttive del decreto legge 34 del 2020 “Riordino della rete ospedaliera in emergenza Covid-19” per garantire un pre-triage separato dal pronto soccorso ordinario per potenziali pazienti Covid, utilizzabile in futuro per qualsiasi eventuale emergenza. Il progetto è stato ulteriormente migliorato inserendo al piano interrato un parcheggio coperto, parte degli impianti e magazzini. L’importo dell’investimento ammonta a 18,8 milioni e la struttura sarà dimensionata per 80 posti letto. Quanto alle caratteristiche tecniche, la consistenza delle opere nuovo ospedale è di circa 9.000 mq. La nuova struttura di Amandola sarà un ospedale a misura d’uomo e di territorio realizzata con struttura in acciaio isolata alla base.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA