Emergenza Covid, passa la legge: rimandati al 31 luglio bollo auto e tributi regionali

Martedì 7 Aprile 2020
Emergenza Covid, passa la legge: rimandati al 31 luglio bollo auto e tributi regionali

ANCONA - È stata approvata in Consiglio regionale la proposta di legge della giunta per la sospensione di tutti i termini tributari in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 30 giugno 2020, che saranno procrastinati al 31 luglio senza alcuna maggiorazione o sanzione. Stessa procedura per la riscossione relativa alla rateizzazione dei debiti tributari in scadenza tra il 31 marzo e il 30 giugno e ripresa del pagamento delle rate residue a decorrere dal 31 luglio.

LEGGI ANCHE:
Mistero alla casa di riposo focolaio del Covid-19, scomparse 35 mascherine di protezione

Coronavirus, altri 18 morti in un giorno, nelle Marche il totale è 630. La vittima più giovane aveva 57 anni

Dalla tassa automobilistica a quella per il diritto universitario, dalla tassa per l’abilitazione all’esercizio professionale all’imposta regionale sulle concessioni statali dei beni del demanio marittimo: è lungo l’elenco dei tributi prorogati dalla Regione Marche. «È un provvedimento che impatta 42 milioni di euro sulle nostre casse - ha spiegato il governatore Luca Ceriscioli - ma abbiamo lavorato per renderlo sostenibile perché lo riteniamo fondamentale in questo momento. Il dibattito in Consiglio è stato molto costruttivo, anche nell’espressione delle critiche, e questa approvazione ne è una dimostrazione, poiché testimonia l’attenzione a tutti gli aspetti di questa emergenza, sia quelli sanitari che costituiscono in centro del nostro impegno e della nostra attenzione, sia quelli attinenti alla quotidianità dei cittadini, che in questa fase hanno bisogno di essere alleggeriti e rasserenati, anche rispetto alle incombenze burocratiche ed economiche». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA