Nelle Marche "rimangono" 387 positivi al Covid: contagi sotto la media nazionale

Martedì 8 Settembre 2020 di Lorenzo Sconochini
Nelle Marche "rimangono" 387 positivi al Covid: contagi sotto la media nazionale

ANCONA - Pochi tamponi, appena 348 del percorso nuove diagnosi, pochi casi positivi scoperti, soltanto sei (contro i 20 del giorno prima) praticamente un tampone infetto ogni 60 testati. Tre dei nuovi contagi emersi dalle analisi di domenica riguardano la provincia di Ancona (dove si sta anche monitorando il caso di un albergatore positivo a Senigallia, che però non avrebbe avuto contatti recenti con i clienti) due quella di Ascoli e una il Maceratese. Due casi sono relativi a rientri dall’estero (dalla Romania alla provincia di Ancona), due riguardano soggetti sintomatici, un caso è stato rilevato dallo screening del percorso sanitario e uno è ancora in fase di verifica.



LEGGI ANCHE:
Fidanzati trovati morti in mare, indaga anche la magistratura ceca

Albergatore ricoverato con una polmonite per il coronavirus: «Chiuderemo prima». L’Asur ricostruisce le presenze


Con i sei casi positivi di ieri il totale dei contagi nelle Marche dall’inizio dell’epidemia di Covid-19 sale a 7.369, registrando un incremento giornaliero davvero minimo (0,08%), di gran lunga inferiore alla media nazionale, che ieri è stata dello 0,4%, per effetto dei 1.108 casi positivi registrati in tutta Italia.
 
Quattro le regioni che hanno avuto aumenti in tripla cifra: Campania (218), Lazio (159), Emilia Romagna (132) e Lombardia (109). 
Del resto nell’ultimo mese è capitato solo in tre occasioni che il rialzo giornaliero dei casi nelle Marche superasse la media nazionale (con il picco anomalo dei 61 casi del 27 agosto e poi di poco il 14 e 18 agosto) mentre in tutte le altre giornate la curva dell’epidemia nelle Marche ha avuto una pendenza meno pronunciata rispetto al trend nazionale.
Anche altri parametri, nel confronto Marche-Italia, dimostrano che nella nostra regione il contenimento dell’epidemia è ancora migliore rispetto alla media nazionale, come emerge dall’ultimo report di Altems lo studio che l’Alta scuola di economia e management dei servizi sanitari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma dedica ogni settimana ai modelli organizzativi con cui le regioni affrontano l’emergenza Coronavirus.
Nell’ultimo rapporto, relativo al periodo dal 26 agosto al primo settembre, le Marche hanno fatto registrare un’incidenza di nuovi positivi pari a 8,65 casi ogni 100mila abitanti, poco più della metà della media nazionale (14,94) e ben distante dai valori di Regioni dove l’epidemia ha ripreso a correre: Sardegna (23,42), Emilia Romagna (20,79), Campania (20,55).
La percentuale di positività al test (quante infezioni emergono in rapporto ai nuovi tamponi) vede le Marche in linea con la media nazionale: 2,3%, un soggetto positivo ogni 43 diagnosticati nella settimana di riferimento, mentre regioni come la Campania e la Sardegna superano il 4%. Nell’ultimo report di Altems le Marche sono un po’ indietro alla media quanto a tamponi eseguiti, 7,06 ogni mille abitanti rispetto a un trend nazionale di 9,94. Dall’inizio dell’epidemia i marchigiani che si sono sottoposti al test molecolare sono l’8,05% della popolazione, leggermente al di sotto del trend nazionale (8,64%). Inferiore alla media, nella nostra regione, il numero dei pazienti in terapia intensiva sul totale dei ricoverati per Covid-19: il primo settembre erano 1 su 15 (il 6,66%) mentre la media nazionale è del 7,19% e in Sicilia si supera il 15%. Nell’ultimo aggiornamento dei ricoveri per Coronavirus, il bollettino di ieri del Gores Marche segnalava un aumento da 15 a 17 (erano scesi a 8 il 13 agosto), sempre con un solo caso in terapia intensiva, alla Rianimazione Clinica di Torrette. Altri 10 pazienti sono sempre agli Ospedali Riuniti di Ancona, nel reparto di Malattie Infettive, 2 a Marche Nord e 3 a Fermo. Resta invariato (370) il numero dei positivi in isolamento, aumenta leggermente (387, +2) quello dei positivi attuali nelle Marche.

Ultimo aggiornamento: 14:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA