Operaio morto sul lavoro a Visso, disposta l’autopsia. Gli amici: «Non ti dimenticheremo»

Operaio morto, disposta l autopsia, gli amici: «Non ti dimenticheremo»
Operaio morto, disposta l’autopsia, gli amici: «Non ti dimenticheremo»
di Monia Orazi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Dicembre 2023, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 15:12

VISSO Cordoglio a Visso per la morte del 45enne Davide Gentili, investito lunedì alle 13.30 a Visso dal bobcat manovrato dallo zio, titolare di un’impresa di movimento terra, nel piazzale dell’azienda in via Roma. Sul fronte investigativo le indagini coordinate dal pubblico ministero Enrico Barbieri stanno andando avanti per ricostruire l’accaduto. 

 

Il titolare dell’impresa è stato iscritto nel registro degli indagati, atto dovuto per permettere la partecipazione ad eventuali accertamenti.

Il bobcat resta sotto sequestro, mentre l’autopsia sul corpo della vittima è stata fissata per giovedì prossimo. Solo dopo la salma sarà restituita alla famiglia per i funerali.

I sindacati

Intanto Fillea Cgil, Fenal Uil e Filca Cisl rilanciano il tema della sicurezza sul lavoro: «Questa morte ci lascia profondamente colpiti rispetto alle informazioni avute sulla presunta dinamica con cui è avvenuto l’incidente - scrivono i sindacati -, l’investimento da parte di un altro lavoratore che stava operando con un bobcat e che evidentemente non si è accorto della presenza del collega. In attesa che gli organi ispettivi preposti facciano luce su quanto accaduto e individuino le eventuali responsabilità, riteniamo doveroso rimettere al centro dell’attenzione il tema della sicurezza nei luoghi di lavoro e la necessità di un impegno sinergico e costante di tutti i corpi intermedi e delle istituzioni per scambiare dati ed informazioni affinché tali accadimenti non si ripetano».

Il cordoglio

In tanti in queste ore si stanno stringendo intorno al fratello Maurizio e a sua moglie, devastati dal dolore. Sui social sono tanti i messaggi che lo ricordano. Scrive l’ex vicina di casa Giada Vittorini: «E così te ne sei andato anche tu caro Davide, siamo cresciuti insieme, vicini di casa per una vita: i giri in bici le partite a carte le sere d’inverno davanti al camino, i Natali e i capodanni passati tutti insieme, le sciate dietro casa con il bob. E quando con la bici siamo caduti nel fiume e tantissime altre avventure insieme. Poi le strade inevitabilmente ci hanno allontanato ma l’affetto è sempre rimasto da entrambi le parti, ogni volta che ci vedevamo ci si fermava a fare due chiacchiere e ricordare un po’ i vecchi tempi, sempre gentile e disponibile. Dai la forza a tuo fratello Maurizio di affrontare questo immenso dolore. Ciao Davide fai buon viaggio». 


Anche il consigliere comunale Mirco Loretoni ha avuto parole di cordoglio: «Una disgrazia per la nostra comunità, l’amico di tutti. Ciao ci mancherai». La vissana Maria Giovannini così lo ha ricordato: «È un dolore grande, troppo presto ci hai lasciato. Ti volevamo tutti un mondo di bene, perché sei stato sempre un bravo ragazzo, non ti dimenticheremo mai».

© RIPRODUZIONE RISERVATA