Latitante da 3 mesi, spacciatore pentito va in Questura e si fa arrestare

Operazione della Finanza, l'uomo deve scontare quasi 4 anni di carcere

Latitante da 3 mesi, spacciatore pentito va in Questura e si fa arrestare
Latitante da 3 mesi, spacciatore pentito va in Questura e si fa arrestare
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 14:10

PORTO RECANATI -  Latitante da 3 mesi, con una condanna per spaccio,  alla fine decide di arrendersi e si consegna alla Questura di Fermo. L'uomo è finito in carcere dopo le indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Porto Recanati  che nel giugno di due anni fa hanno fermato l'uomo lungo il corso principale della città, mentre era alla guida di un'auto.

Le perquisizioni e la droga

Nel corso del controllo i finanzieri hanno trovato 6 dosi di cocaina e 400 euro in contanti, ma attraverso un attento esame dell’autovettura, effettuato anche con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga "Edir" della Compagnia di Civitanova, sono stati sequestrati altri 100 grammi di cocaina purissima oltre a denaro contante per  1.720 euro. L’uomo  è stato dunque arrestato e le successive attività investigative svolte dalla Guardia di Finanza hanno consentito di  ricostruire a posteriori la rete di spaccio dell’uomo, accertando 345 episodi di cessione di cocaina, per un quantitativo complessivo pari ad almeno 177 grammi, dai quali aveva incassato la somma di oltre 17mila euro.

La condanna e la fuga

L'uomo è stato condannato dal Tribunale di Macerata: con una prima sentenza emessa nel dicembre 2020  di 3 anni di reclusione, oltre alla multa di  14mila e all’ammenda di 500 euro; con una seconda sentenza emessa a ottobre 2021 alla reclusione di 11 mesi e  5 giori, oltre alla multa di 3.350 euro. Le sentenze sono nel frattempo divenute irrevocabili e a  marzo  la Procura della Repubblica di Macerata ha emesso un ordine di esecuzione con il quale ha disposto la carcerazione del condannato. Nei giorni scorsi, dopo tre mesi di latitanza, l’uomo si è presentato spontaneamente presso gli uffici della Squadra Mobile della Questura di Fermo, tratto in arresto e portato in carcere a Fermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA