Fingono di essere operatrici dell’Asur, rubano l’oro e i gioielli a un’anziana. Il raid a Macerata

Domenica 7 Marzo 2021 di Chiara Marinelli
E' allarme truffe

MACERATA - Si intrufolano in casa di una anziana, con una scusa, e le fanno sparire tutto l’oro custodito in camera. E, intanto, si segnalano vari casi di tentativi di truffa ai danni di anziani da parte di malintenzionati che cercano di entrare in casa con la scusa di verificare gli effetti del vaccino anti-Covid. Il primo episodio è avvenuto nei giorni scorsi, nel mirino una signora anziana che vive in una casa di via Morbiducci, in centro. La signora, nel pomeriggio, era da poco rientrata nella sua abitazione quando qualcuno ha suonato al campanello. 

LEGGI ANCHE;

Ladri affamati svaligiano un’abitazione a Civitanova, apparecchiano, mangiano e se ne vanno

 


Si è presentata una donna dai capelli biondi che ha riferito di essere dell’Asur, inviata per pesare tutti i gioielli in oro e i preziosi vari che la signora teneva in casa. Ad un certo punto ha anche citato il nome (esatto) della figlia dell’anziana che, a quel punto, si è fidata e ha fatto entrata la donna bionda. Nel frattempo è arrivata una complice. Insieme hanno preso il malloppo e poi hanno detto di doversi recare in auto, dove tenevano la bilancia per pesare l’oro. E, come era prevedibile, si sono allontanate facendo perdere le loro tracce nel giro di pochissimo tempo. Non vedendole tornare, la vittima ha capito subito di essere finita nel mirino di due malintenzionate. E, a quel punto, ha chiamato la polizia. Ma era già troppo tardi.

elle due truffatrici non c’era giù più alcuna traccia. Sul posto è arrivata una macchina della polizia, che indaga sull’accaduto. Proprio in queste ore, poi, fioccano segnalazioni in tutta la provincia di una serie di tentativi di truffa ai danni di anziani. «La direzione generale dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale e le direzioni delle Aree Vaste – si legge in una nota diffusa un paio di giorni fa - informano la popolazione che l’Asur Marche non ha mai predisposto la verifica di eventuali effetti collaterali successivi alla vaccinazione con operatori sanitari a domicilio. Si invita, pertanto, a non far entrare nelle proprie abitazione sedicenti addetti Asur che, in realtà, sono truffatori e di chiamare immediatamente le forze dell’ordine denunciando il fatto. Si informa, inoltre, che per eventuali effetti collaterali dovuti alla somministrazione del vaccino si può contattare il proprio medico di medicina generale o i servizi ufficiali delle vaccinazioni».

Un paio di settimane fa ignoti si erano spacciati per incaricati del Comune o della Asl, avevano bussato alla porta dicendo di dover prendere le prenotazioni per il vaccino e, in questo modo, avevano cercato di intrufolarsi nelle case. Diverse erano state le segnalazioni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA