Ladri affamati svaligiano un’abitazione a Civitanova, apparecchiano, mangiano e se ne vanno

Sabato 6 Marzo 2021 di Chiara Marinelli
Un ladro in azione

CIVITANOVA - Entrano in casa, rubano gioielli in oro e poi si mettono a bere e a mangiare sul tavolo della cucina. Furto nel quartiere di Fontespina, nel mirino finisce una abitazione che si trova in via Cristoforo Colombo, lungo la statale adriatica.

 

A dare l’allarme e a denunciare quanto accaduto ai carabinieri, che indagano sull’episodio, è stata la proprietaria di casa. 
La donna era fuori da qualche giorno e, al suo rientro, ha trovato i segni dell’effrazione e quelli del bivacco. Ignoti, in un’ora imprecisata di qualche giorno fa, si sono introdotti all’interno di una abitazione al piano terra di via Colombo. Il momento preciso non si conosce perché, come si diceva, la proprietaria si era assentata per qualche giorno. E in casa, dunque, non c’era nessuno. I ladri (impossibile dire quanti fossero) hanno fatto tutto con facilità, dunque. Prima hanno rotto una finestra posteriore al piano terra dell’abitazione e poi, una volta dentro, hanno cominciato ad aprire ante e cassetti dei vari mobili in cerca di qualcosa di valore da portare via. Alla fine, hanno trovato un po’ di soldi e qualche gioiello in oro della padrona di casa. Hanno preso il malloppo, il bottino è da stimare, ma prima, forse affamati, hanno pensato bene di farsi un giro pure in cucina. Hanno aperto il frigorifero e hanno preso qualcosa da mangiare e qualcosa da bere, quello che era rimasto prima che la proprietaria se ne andasse per qualche giorno. E si sono messi a mangiare sul tavolo, come fossero a casa loro. Poi, alla fine, con i gioielli e la pancia piena, se ne sono andati via, facendo perdere le loro tracce. Al ritorno la donna si è accorta immediatamente di quello che accaduto in sua assenza e ha allertato i carabinieri. 
Sul posto, per il sopralluogo di rito, i militari dell’Arma ai quali è stata poi fatta la denuncia di furto da parte della vittima. E ora sono in corso le indagini per identificare i malviventi che si sono messi in azione. Un mese fa era stato messo a segno un colpo all’interno di una abitazione nel quartiere di San Marone, mentre soltanto pochi giorni prima dei malviventi erano entrati in una casa di via Regina Elena, distruggendo infissi e porte e mettendo a soqquadro le camere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA