Dal Comune via al piano per 13 assunzioni.Si partirà dal comandante dei vigili, c'è il bando

Un controlli della polizia locale
Un controlli della polizia locale
di Luca Patrassi
3 Minuti di Lettura
Domenica 3 Luglio 2022, 03:35

MACERATA - II Comune cerca il comandante della polizia municipale. Per la verità, un comandante già c’è ed è Danilo Doria, ma il suo contratto a tempo determinato è giunto a scadenza ed è stato prorogato in attesa dello svolgimento di un concorso pubblico per la copertura del ruolo a tempo indeterminato. Ora all’albo pretorio del Comune è stato pubblicato il bando. 

 

I requisiti richiesti sono quelli standard: godimento dei diritti civili, maggiore età, cittadinanza italiana tra quelli generali, poi nello specifico sono richiesti il titolo di laurea (Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienza dell’amministrazione e sociali ed equipollente), un’esperienza di almeno cinque anni nel ruolo e la patente B. Il concorso da dirigente del settore Vigilanza era indicato nel piano occupazionale approvato, nel maggio scorso, dall’amministrazione comunale su proposta dell’assessore comunale Marco Caldarelli. Il piano per il triennio 2022-2024 prevede dieci figure riproposte e otto stabilizzazioni. Due i dirigenti previsti: uno a tempo indeterminato per l’area Vigilanza con il ricorso a un concorso pubblico e l’altro a tempo determinato a progetto finanziato con i fondi del Pnrr per il settore amministrativo. 

Tredici le nuove assunzioni e si tratta in questo caso di tre istruttori direttivi amministrativi contabili che saranno assunti facendo ricorso allo scorrimento della graduatoria di un concorso, due istruttori contabili (C1) sempre con il ricorso a procedura concorsuale, due istruttori servizi demografici (C1), un operaio addetto al Verde (B1), un capo operaio (B3), un istruttore tecnico (C1), due istruttori direttivi tecnici (D1), un agente di vigilanza (C1). Poi cinque assunzioni a tempo determinato con i fondi del Pnrr: un istruttore tecnico (C1), un istruttore amministrativo, un istruttore direttivo tecnico (ingegnere, D1), un istruttore direttivo tecnico (architetto, D1), un istruttore direttivo amministrativo (D1). Infine l’inserimento a tempo determinato di un capo di Gabinetto.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA