Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

"All'Aci per un'informazione
mi hanno chiesto 2,50 euro"

"All'Aci per un'informazione mi hanno chiesto 2,50 euro"
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 10:22 - Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 13:15
MACERATA - Si reca all'Aci di Macerata per regolarizzare un bollo auto scaduto.



Un utente si vede chiedere un pagamento di 2,50 euro con tanto di ricevuta, “solamente - racconta il cittadino - per avere delle informazioni”. Il caso si è verificato ieri mattina negli uffici di via Roma quando un cittadino si è presentato allo sportello dedicato sentendosi rispondere dall'impiegato di turno che avrebbe dovuto pagare questa cifra, piccola sì, ma a suo dire solo per delle informazioni.



Tanto che l'uomo è andato su tutte le furie, sebbene la richiesta sia assolutamente regolare. Veniamo ai fatti. L'uomo, proveniente da un centro dell'entroterra, ieri mattina si è recato negli uffici della delegazione Aci di via Roma per pagare il bollo scaduto dell'auto del figlio, con la relativa sanzione per il ritardato pagamento. Fin qui nulla da dire: il bollo risultava a tutti gli effetti non pagato e quindi era giusto che oltre al pagamento della quota ci fosse in aggiunta la sanzione per il ritardo.



Ma quello che ha scatenato la protesta del cittadino è stato il fatto che gli sia stato chiesto il pagamento di ulteriori 2,50 euro, ha detto l'uomo, “per il solo fatto di aver chiesto delle informazioni in merito alla tassa automobilistica dell'auto di mio figlio”. Sulla vicenda gli uffici dell'Aci hanno spiegato da che cosa derivi la somma richiesta.



“Questa cifra, peraltro contenuta - hanno affermato all'Aci Macerata - viene chiesta quando si accede all'archivio della Regione e si stampano delle visure per la ricostruzione storica del bollo legato all'auto dell'utente. Solo per questa visura e la relativa stampa l'Aci chiede il contributo. Noi possiamo accedere all'archivio regionale in forza di una convenzione che consente all'utente di scegliere la via più comoda per ottenere i servizi: può rivolgersi direttamente alla Regione, all'Aci o ad agenzie private. Informazioni dirette e servizi di pagamento vengono erogati normalmente allo sportello, ma quando, nel caso di una richiesta più articolata sul bollo che comporta l'accesso all'archivio, la visura e la stampa dei documenti chiediamo un piccolo contributo”.



Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO


© RIPRODUZIONE RISERVATA