Silenzi: «Spazi angusti e al primo piano, centro vaccinale inadeguato»

Domenica 28 Marzo 2021 di Simone Ronchi
Silenzi: «Spazi angusti e al primo piano, centro vaccinale inadeguato»

CIVITANOVA -  «Non è possibile che per tutta la fascia costiera provinciale sia stato allestito un unico polo vaccinale, a Civitanova, nel centro civico di via Ginocchi. Ad aggravare il quadro c’è il fatto che i locali individuati sono inadeguati. I disagi per le persone anziane sono notevoli».

 

Il capogruppo del Pd civitanovese Giulio Silenzi esorta le autorità sanitarie (scrive anche una lettera al direttore dell’Av3 Daniela Corsi) a «organizzare in modo migliore la campagna vaccinale antiCovid e a trovare una sede più adatta per l’inoculazione del vaccino». La scelta del centro civico suscita proteste per gli spazi angusti e per l’ubicazione al primo piano. «Gli 8.666 ultraottantenni del nostro territorio si stanno vaccinando in condizioni inaccettabili – denuncia Silenzi -. Non si può allestire un polo vaccinale al primo piano di un edificio, in locali poco capienti. E’ una scelta incivile, chi ha deciso non ha ponderato bene. Gli anziani, molti dei quali con difficoltà deambulatorie, sono costretti ad affrontare una scala a chiocciola ripida e malmessa. E’ vero che c’è un ascensore, ma serve solo per l’entrata nel centro civico. La sala d’attesa inoltre è piccola e favorisce assembramenti». Silenzi pungola anche il Comune.

«Perché il sindaco non si attiva con l’Asur su questa situazione? - incalza il capogruppo dem -. Ciarapica dovrebbe farsene carico. La soluzione non è difficile . A poca distanza dal centro civico c’è il pala Risorgimento, comodo e servito da un ampio parcheggio. La struttura, già utilizzata per lo screening di massa di gennaio, consentirebbe di superare i problemi logistici e di allestire un centro vaccinale confortevole, al piano terra». L’ex vicesindaco evidenzia infine «la necessità di vaccinare gli anziani costretti a casa». «Va organizzato un servizio specifico – conclude Silenzi -. Anche su questo aspetto si registrano ritardi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA