Era ricercata per reati finanziari, imprenditrice finisce in manette

Domenica 11 Ottobre 2020 di Chiara Marinelli
Il commissariato

CIVITANOVA - Era finita nei guai per i reati di associazione a delinquere finalizzata a reati finanziari, bancarotta e fallimento ma, dopo essere stata condannata, era riuscita a far perdere le sue tracce nascondendosi in un appartamento. L’altro ieri, però, la sua fuga è finita. È stata rintracciata dagli agenti del commissariato di polizia, dopo una serie di indagini e di appostamenti che andavano avanti oramai da tempo.

 

Una serie di indizi hanno condotto gli agenti di polizia nell’appartamento che la donna - un’imprenditrice - aveva scelto come suo nascondiglio e che si trova in via Castelfidardo. In manette, alla fine, una donna di 58 anni, che risulta residente in provincia.


La donna doveva scontare tre anni e sei mesi di reclusione, ma dall’ottobre del 2019, e da quando cioè era stata emesso l’ordine di carcerazione da parte della Procura della Repubblica di Macerata, era sempre riuscita ad evitare la cattura rendendosi irreperibile. Secondo quanto è emerso, la donna è ritenuta responsabile di gravi reati come associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati finanziari. Nella mattinata dell’altro ieri, però, la sua latitanza è finita. È stata rintracciata dagli uomini del commissariato di pubblica sicurezza di Civitanova, che sono riusciti ad intercettarla dopo innumerevoli servizi di appostamento, che duravano da settimane. 


Seguendo le tracce di alcune persone vicine alla donna nella zona di Civitanova, infatti, dopo numerosi servizi, i poliziotti del commissariato, diretto dal commissario capo, il dottor Lorenzo Sabatucci, sono riusciti a localizzare l’appartamento dove aveva trovato rifugio la donna. La cinquantottenne, al termine delle formalità di rito, è stata arrestata. Al termine dell’attività, la donna è stata condotta presso la casa circondariale di Pesaro e ora si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria. Come si diceva, dovrà  espiare una pena di tre anni e sei mesi di reclusione per associazione a delinquere, reati contro il patrimonio e in materia finanziaria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA