Picchiato senza motivo da due persone, misteriosa aggressione sul lungomare

Giovedì 2 Luglio 2020 di Chiara Marinelli
La polizia
CIVITANOVA - Aggredito da due persone sul lungomare, soccorso all’alba un giovane dell'Anconetano che ha riportato ferite al volto. Al momento sono ancora oscuri i motivi dell’aggressione e neppure la vittima è stata in grado di spiegare le ragioni del pestaggio che lo ha visto, suo malgrado, protagonista. L’episodio, sul quale stanno cercando di fare luce gli agenti del commissariato di polizia di Civitanova, sulla base della testimonianza fornita dalla vittima, è avvenuto alle prime luci dell’alba di ieri, sul lungomare Sud. 


 

L’allarme è scattato pochi minuti dopo le 5 del mattino quando al 118 è arrivata la segnalazione di un giovane ferito al volto che si trovava sul lungomare Piermanni, dalla parte del marciapiede dove si trovano gli stabilimenti balneari. Sul posto è subito arrivata una ambulanza della Croce Verde. Il personale dell’equipaggio sanitario intervenuto ha trovato di fronte agli chalet un ragazzo, poco più che trentenne, residente nell’Anconetano, che aveva il volto insanguinato. Agli agenti del commissariato di polizia, intervenuti nel frattempo insieme ai soccorritori del 118 e della Croce Verde, il giovane uomo ha riferito di essere stato aggredito e picchiato da due individui, che lo avrebbero colpito al naso e sopra un occhio, senza alcuna motivazione apparente, almeno secondo quanto ha riferito la vittima stessa. Invano ha cercato di difendersi. Poi i due tizi sarebbero scappati via, senza lasciare traccia e prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.

Sul luogo dell’aggressione, infatti, era rimasto soltanto il giovane ferito. Dal naso del trentenne anconetano usciva, infatti, del sangue e aveva una ferita al sopracciglio. Il ragazzo è stato controllato e medicato sul posto dal personale sanitario ma, alla fine, ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale e non ha voluto sottoporsi a nessun altro accertamento. Le sue condizioni, a parte le ferite al volto, erano buone. Come si diceva, le cause dell’aggressione sono ancora tutte da chiarire.


Gli agenti di polizia hanno sentito la versione della vittima e ora sono in corso accertamenti per fare luce sulla vicenda. Proprio lo scorso fine settimana è partito un servizio di controllo straordinario del territorio civitanovese da parte delle forze dell’ordine per tenere sotto controllo le zona della movida, quelle che nel periodo estivo vengono prese d’assalto dai giovani. E il lungomare Piermanni è proprio una di queste zone finite nel mirino delle forze dell’ordine per evitare microcriminalità, disordini e schiamazzi e, non ultimi, gli assembramenti. Per quanto riguarda l’aggressione di ieri mattina l’attività investigativa è ancora in corso. © RIPRODUZIONE RISERVATA