Tentato furto di uno scooter e aggressione, il ladro preso dopo la fuga

Lunedì 17 Gennaio 2022
L'operazione è stata messa a segno dalla polizia

CIVITANOVA - Sventato il furto di uno scooter grazie a una telefonata alla polizia, il presunto autore nella fuga assale un giovane e lo deruba del portafogli, ma la sua fuga finisce poco dopo, braccato dai poliziotti e dagli amici del giovane derubato. L’episodio è avvenuto l’altra ieri pomeriggio quando al commissariato veniva segnalato telefonicamente un furto in strada ad opera di un uomo che, dopo aver forzato la mascherina anteriore di uno scooter, stava tentando di collegare i fili di accensione per poterlo avviare.

 

 

I poliziotti della Volante, guidati dal commissario capo Fabio Mazza, immediatamente intervenuti sul posto, hanno notato un uomo che in bicicletta si stava allontanando in tutta fretta dal luogo dov’era lo scooter. L’uomo è stato rincorso e subito riconosciuto per un 44enne residente noto per numerosi precedenti di polizia. Poco prima dell’arrivo dei poliziotti, l’uomo era stato intercettato da un giovane al quale dopo una colluttazione aveva sottratto il portamonete per poi scappare di nuovo. Inseguito sia dal giovane che dai suoi amici, l’uomo è stato bloccato all’altezza di un bar del centro dove è stato definitivamente bloccato dalla polizia che lo ha accompagnato in commissariato.

Dalla perquisizione eseguita sull’uomo, è stato rinvenuto il portamonete appena sottratto e restituito al proprietario che nel corso della colluttazione era anche stato colpito con un pugno. L’uomo, invece, è stato tratto in arresto per il reato di tentato furto pluriaggravato di un ciclomotore e del furto del portafoglio. Al termine degli adempimenti di rito, è stato accompagnato alla propria abitazione dove dovrà permanere in custodia sino all’udienza di convalida. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA