Consorzio del ciauscolo: accordo con l’Università. ​Collaborazione finalizzata a realizzare iniziative per la formazione accademica

La stipula dell'accordo
La stipula dell'accordo
di Monia Orazi
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Marzo 2022, 08:55

CAMERINO - Il rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari e la presidente del Consorzio di tutela del ciauscolo Igp hanno presentato e firmato ieri mattina in ateneo l’accordo tra i due enti, che avvia la collaborazione per la realizzazione di iniziative e attività per la formazione accademica e didattica e per favorire la promozione del prodotto alimentare quale tipicità locale.

Saranno organizzate da Unicam attività seminariali e di approfondimento delle qualità del ciauscolo a favore dei produttori e a loro volta gli studenti Unicam, in particolare quelli del corso di laurea in scienze enogastronomiche, potranno svolgere stage e tirocini nelle aziende locali di salumi. Il Consorzio avrà sede in un locale messo a disposizione da Unicam. Presente all’incontro anche la professoressa Elisabetta Torregiani, delegata del rettore per i rapporti con le imprese e referente Unicam del progetto. 

«Questa collaborazione – ha sottolineato il rettore Pettinari – fa parte di un percorso di valorizzazione dei prodotti agroalimentari, che rappresentano anche la cultura del nostro territorio conosciuta in tutto il mondo, percorso che ha coinvolto anche la didattica ed ha portato ad esempio all’attivazione del corso di laurea in scienze gastronomiche e dal prossimo anno accademico al corso di laurea magistrale in nutrizione e sport». Ha aggiunto Sonia Ciccarelli, presidente del Consorzio di tutela del ciauscolo Igp: «Ringrazio l’ateneo nelle persone del rettore e della professoressa Torregiani, che ha prontamente accolto la nostra richiesta di mettere a disposizione uno spazio per la sede del nostro consorzio. Connubio strano, potrebbe sembrare, ma il cibo è cultura; ritengo quindi la collaborazione molto importante per scambiare esperienze. Il consorzio è molto importante per noi piccoli produttori, per tutelarci da produzioni fuori zona e prive di certificazione, attivando sinergie commerciali ed attività per promuovere meglio il ciauscolo». Ha concluso Torregiani: «Abbiamo lavorato in sinergia per ottenere questo risultato. Le aziende si sono messe in gioco ed hanno dato la loro disponibilità per ospitare le nostre studentesse ed i nostri studenti per stage e tirocini e saranno a disposizione per seminari formativi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA