Servigliano: addio a Claudia Tiburzi
madrina del torneo cavalleresco

Claudia, 48 anni e nonna
da pochi giorni stroncata
da un male incurabile
SERVIGLIANO - Ha destato profonda commozione e cordoglio a Servigliano la prematura scomparsa di Claudia Tiburzi, vinta a 48 anni da un male incurabile. Una donna solare, sempre sorridente, piena di iniziative. Amava la vita e ha dedicato tutta se stessa alle persone più care, a partire dai familiari, dal marito Enrico, dalla figlia Livia che pochi giorni fa l’aveva resa nonna della piccola Elizabeth.
Da oltre vent’anni Claudia si era trasferita a Roma, per tanti anni con il suo diploma Isef è stata impegnata nel mondo dello sport, ma aveva mantenuto fortissimi legami con Servigliano: qui di tanto in tanto rivedeva e riabbracciava le sorelle e i nipoti. «Claudia era una persona speciale - ricordano, affranti dal dolore, gli amici di Claudia legati a lei fin dall’infanzia -. Aveva sempre una parola buona, la sua positività e il suo sorriso erano contagiosi. Bastava rivederla a Servigliano o condividere con lei un caffè a Roma, e si potevano trascorrere due ore a ricordare le tante estati vissute con amicizia vera e spensieratezza, o gli anni condivisi al liceo a Montegiorgio. Amava a tal punto il suo borgo natio che non esitò a rispondere di “sì” quando, nel 2005, venne chiamata a indossare l’abito storico di madrina del torneo cavalleresco di Castel Clementino. Ti vogliamo bene Claudia, sarai sempre nei nostri cuori». Per sua volontà, Claudia riposerà a Servigliano. Il rito funebre si terrà nella Collegiata di San Marco, questa mattina alle ore 11.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Febbraio 2018, 04:15 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 10:54

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO