P.S.Elpidio, malore mentre fa il bagno
Salvato in extremis da due bagnini

Malore mentre fa il bagno
salvato in extremis
da due giovani bagnini
PORTO SANT’ELPIDIO Sono stati due giovanissimi bagnini di 22 e 16 anni a trarre in salvo un uomo di mezz’età, un macedone che intorno alle 11 è entrato in acqua nel tratto di spiaggia libera del lungomare sud. Si era immerso dietro agli scogli dello chalet Storione. Tratto vietato con ordinanza, dove non si possono mettere lettini, sdraio e ombrelloni perché zona pericolosa per la balneazione.  Forse ha avuto un malore e ha cercato di aggrapparsi agli scogli, ma sarebbe scivolato, inghiottito dalle onde, se il bagnino non l’avesse seguito con lo sguardo dall’inizio. «Ero sulla torretta e l’ho visto entrare in mare,  - racconta Francesco Virgili - è sparito subito dietro agli scogli e allora mi sono messo a correre in quella direzione». Il giovane riferisce di essersi avvicinato  e di averlo visto immobile, piegato su se stesso con la testa a pelo d’acqua. Andava a fondo. Grazie alla prontezza di riflessi del bagnino, il macedone ha bevuto un po’ ma non ha perso conoscenza. Era pesante da trasportare, ma è arrivato in soccorso un secondo bagnino, Luca Perticarini, 16 anni di Lido di Fermo, e un signore che era in spiaggia. Tutto è tornato alla normalità in una manciata di minuti. In tre hanno riportato il malcapitato a riva. Partita la segnalazione al 118 è intervenuta la Croce Verde  e il personale sanitario del pronto intervento ha tenuto per un po’ l’uomo sotto osservazione, finché s’è ripreso. Era confuso e spossato ma se l’è cavata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerd├Č 30 Giugno 2017, 16:26 - Ultimo aggiornamento: 30-06-2017 16:26

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO