Piano del porto, ormai è il rush finale. Ma sono scintille in commissione: convocato un altro incontro

Mercoledì 8 Dicembre 2021 di Serena Murri
Piano del porto, ormai è il rush finale. Ma sono scintille in commissione: convocato un altro incontro

PORTO SAN GIORGIO - Piano del porto di Porto San Giorgio presto in Consiglio. Il complesso iter sta per essere approvato. Lunedì la seconda commissione consiliare per discutere il progetto. Lo studio fatto dalla Politecnica parte da quello del territorio e delle sue infrastrutture e si pone l’obiettivo di integrare il porto nel tessuto della comunità e del territorio provinciale. Come sottolineato dal consigliere e capogruppo del Pd, Giacomo Clementi, «dopo decenni di attesa, l’amministrazione sta per concludere il complesso iter che porterà all’approvazione definitiva del Piano regolatore del porto, senza il quale l’area non può in nessun modo svilupparsi».

 
La qualità
Clementi parla di «un momento estremamente importante. Proprio per questo, e per la qualità del risultato prodotto dall’Università Politecnica, auspichiamo che tutto il consiglio comunale approvi il piano, compreso il gruppo di Valerio Vesprini, il quale ha condiviso fin dal 2018 tutte le tappe del percorso». Una volta definito il piano, è iniziato l’iter burocratico con la stipula del protocollo d’intesa Comune-Regione, passato in consiglio comunale il 29 marzo del 2019, e con gli adempimenti previsti dalla normativa, compresa la procedura di Valutazione ambientale Strategica da parte della Regione (che prevede anche una fase di consultazione) e l’assemblea pubblica tenutasi a teatro il 30 ottobre 2019. «E il 14 dicembre prossimo - annuncia Clementi- questo percorso si concluderà con l’approvazione nonostante l’ostruzionismo di una parte dell’opposizione che si accorge ora del lavoro fatto. Il piano del porto ha un valore talmente importante per la città e per il territorio fermano che non può essere oggetto di schermaglie politiche che non portano ad alcun beneficio pratico». C’è stata comunque bagarre durante la commissione consiliare, con l’opposizione contraria a portare l’approvazione subito in Consiglio.


Le critiche
Il capogruppo di Fdi Andrea Agostini ha chiesto il coinvolgimento dei soggetti che ruotano attorno al porto, vale a dire Fondazione San Giacomo della Marca, Comitato di viale Cavallotti, Confcommercio, Confesercenti e associazioni commerciali in rappresentanza del tessuto produttivo della città, Ataf. Anche il vicepresidente della Commissione Fabio Senzacqua, capogruppo della Lega, si è detto critico rispetto all’approvazione del piano e ha richiesto e ottenuto una commissione allargata, concessa dalla presidente Catia Ciabattoni, convocata per sabato mattina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA