Porto San Giorgio, ennesimo schianto
all'incrocio: è polemica sul semaforo

Sabato 1 Giugno 2019 di Irene Natali
Porto San Giorgio, ennesimo schianto all'incrocio: è polemica sul semaforo

PORTO SAN GIORGIO- L’impatto è avvenuto la notte scorsa, ed è stato violentissimo. L’incidente è stato in piena notte, alle 2.45 circa: una Fiat Punto e una moto si sono scontrate all’incrocio di Porto San Giorgio tra la statale Adriatica, viale Don Minzoni e la strada Fermana.
Alla guida della Punto, un 40enne; in sella alla moto invece, un ragazzo di 20 anni. Ed è stato proprio lui a subire in pieno la forza dell’impatto: mentre l’altro autista ne è infatti uscito senza particolari conseguenze, non si può dire altrettanto per lui. Per soccorrere il ragazzo, sono arrivati sul posto i sanitari del 118: il centauro è stato portato al Murri di Fermo, dove al momento è in cura per le lesioni riportate. Intanto, la violenza dello socntro rimane ben visibile sui veicoli di entrambi: l’automobile con la parte anteriore sfondata, e la moto altrettanto in pezzi. Alla luce di quanto accaduto poi, rimane quindi un’ ulteriore questione: l’importanza di un semaforo funzionante. L’incrocio in cui è avvenuto l’incidente è tutto fuorché nuovo a questo genere di episodi: l’elenco degli incidenti è lungo.
 
E di certo, il semaforo lampeggiante non aiuta. I cittadini di Porto San Giorgio perciò, appena letta la notizia, hanno iniziato a interrogarsi sui social: perché i semafori non erano in funzione? Ma la polemica si è spenta sul nascere; perché la risposta è arrivata direttamente dal comandante della polizia municipale di Porto San Giorgio, Giovanni Paris. Molto semplicemente: la legge. Il regolamento stradale cioè, prevede che da una certa ora, il funzionamento dei semafori venga interrotto. Come prescrive l’articolo 169 del codice, «il funzionamento degli impianti semaforici a tempi fissi è vietato dalle 23 alle 7». A meno che non si tratti di quelli a richiesta dai pedoni, o quelli legati a programmi specifici.
Naturalmente, è anche previsto che in caso di condizioni di traffico particolari, il semaforo possa funzionare anche in altri orari: nel caso di Porto San Giorgio però, come sottolineato da Paris, mancano le condizioni per apportare deroghe al semaforo lampeggiante in notturna. Le considerazioni soggettive non trovano riscontro nella legge. E nemmeno negli studi scientifici, secondo cui l’attenzione dell’autista di notte viene colpita più da un semaforo lampeggiante che da un colore fisso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA