Ponte sull’Ete e rotatoria a Marina Palmense, il sindaco Calcinaro: «Finita la lunga attesa dei lavori, luce in fondo al tunnel»

La firma degli atti all Ufficio tecnico del Comune di Fermo
La firma degli atti all’Ufficio tecnico del Comune di Fermo
di Domenico Ciarrocchi
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Marzo 2022, 06:30

FERMO - Ponte sull’Ete e rotatoria a Marina Palmense, stavolta ci siamo. Si sbloccano i lavori per collegare le ciclabili di Porto San Giorgio e Marina Palmense e per rendere sicuro, dopo un pressing che dura ormai da decenni, l’incrocio sulla Statale fra la stessa Marina Palmense e la strada che sale a Torre di Palme. Per il ponte, dopo l’aggiudicazione delle opere da parte della Rete temporanea d’imprese costituita da La Nuova Metallurgica di Ascoli e Procaccia Costruzioni di Penna Sant’Andrea (Teramo), ieri c’è stata la consegna degli stessi per l’avvio del cantiere per la parte ancora da ultimare.

 

Dopo lo stop dell’anno scorso, ora si deve procedere con l’installazione delle arcate in acciaio e il montaggio degli elementi che permetteranno di ultimare l’intervento. La firma degli atti all’Ufficio tecnico del Comune di Fermo con le ditte salutate dai sindaci Paolo Calcinaro di Fermo e Nicola Loira di Porto San Giorgio, presenti Mauro Fortuna del Comune e Alessio Marini dello studio Arkteam della direzione dei lavori.


Il commento
«C’è luce in fondo al tunnel, siamo ben contenti, speriamo che in questo momento di turbolenza per gli appalti pubblici si possa portare avanti un progetto fondamentale, atteso da tanto sui cui le amministrazioni si sono impegnate», rimarca Calcinaro. E sempre ieri consegnati anche i lavori per la rotatoria all’incrocio. «Un’altra opera veramente attesa da decenni che si va a concretizzare - aggiunge il sindaco di Fermo -: un’azione di interventi veramente importante per la nostra costa e per Marina Palmense».

«Opere attese da decenni, importanti per la nostra comunità, su cui come amministrazione abbiamo lavorato molto e speriamo che gli scossoni che in questo momento riguardano gli appalti pubblici non portino ulteriori problemi», commenta a sua volta l’assessore ai Lavori pubblici di Fermo Ingrid Luciani. Loira, dal canto suo, ricorda «i problemi relativi agli appalti pubblici: ma siamo riusciti a risolvere la questione in tempi rapidi, abbiamo fatto la scelta migliore a suo tempo risolvendo il contratto con la vecchia data appaltatrice».

La realizzazione del ponte rientra nella Ciclovia Adriatica con il finanziamento previsto dal Programma operativo regionale Marche Fesr 2014-2020 che prevede un ulteriore tratto della pista per le bici lungo circa 1500 metri. La rotatoria di Marina Palmense è invece un’opera che vede insieme l’Anas, il Comune di Fermo e la Provincia, che si è occupata della progettazione. Il cantiere in un punto storicamente a rischio: attraversare la strada in quel tratto è da sempre un terno al lotto.


I settori
Ma i lavori sono importanti anche per il turismo visti gli investimenti che si stanno facendo sul borgo di Torre di Palme. «Due belle notizie - la chiosa dell’assessore alla Viabilità Mauro Torresi - visto il periodo per gli appalti pubblici, due opere che valorizzeranno Marina Palmense perché le infrastrutture sono assolutamente importanti sia per i residenti che per una comunità che vuole essere turistica e che nel novero dei servizi ai suoi visitatori vuole dare quanto di meglio per poter vivere e raggiungere, in questo caso, Marina Palmense. Per il ponte non posso che esprimere soddisfazione per il completamento che porterà a termine un’opera essenziale. Importante è anche la consegna dei lavori per la rotatoria, un lavoro partito da lontano, un risultato a dir poco storico, ottenuto con tanto impegno pur di sbloccare lo stallo che c’è stato fino a questo momento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA