Niente mascherine, tornano le multe dei carabinieri. E un 61enne nei guai dopo le molestie in un bar

Martedì 9 Novembre 2021 di Pierpaolo Pierleoni
Niente mascherine, tornano le multe dei carabinieri. E un 61enne nei guai dopo le molestie in un bar

FERMO - Niente mascherine nei luoghi chiusi, scattano le multe. In quattro si sono visti comminare nel weekend una multa salata, a Montegranaro, dai carabinieri della locale stazione. I militari, che stavano eseguendo una serie di controlli nel territorio, hanno effettuato una verifica all’interno di un pubblico esercizio ed hanno contestato a 4 avventori il mancato uso dei dispositivi di protezione individuale. Non era un locale atto alla consumazione di pasti, gli avventori non hanno quindi potuto giustificarsi e, malgrado le proteste, alla fine non hanno potuto far altro che rassegnarsi al verbale.

 

Queste multe rappresentano anche un segnale di come l’attenzione sul rispetto delle normative stia tornando particolarmente rigorosa, di fronte al trend di incremento di casi che sta proseguendo da diversi giorni. A far squillare un campanello d’allarme ci sono anche gli episodi di contagi e di focolai che si sono verificati nelle ultime settimane in esercizi pubblici della provincia e gli aumenti complessivi dei numeri legati all’epidemia, di cui riferiamo in un’altra pagina. Ecco perché da parte delle forze di pubblica sicurezza si promette ora un’azione particolarmente attenta alla verifica di comportamenti corretti. Ma l’attività svolta dalle pattuglie dell’Arma nel fine settimana ha fatto registrare anche risultati rilevanti sotto il profilo della pubblica sicurezza, a partire dai due extracomunitari bloccati dal Radiomobile a Fermo durante un controllo stradale. I due, rispettivamente un tunisino di 46 anni ed un marocchino di 34, sono risultati destinatari di un provvedimento di espulsione emesso dal prefetto di Fermo il mese scorso.


Erano rimasti però in zona, nonostante l’ordine di allontanarsi dal territorio italiano entro 7 giorni. Sono stati entrambi denunciati e mandati in Questura. A Porto Sant’Elpidio, invece, i carabinieri hanno sorpreso un sessantunenne dell’Anconetano, protagonista di intemperanze in un bar.


L’uomo ha creato ripetutamente disturbo tra i clienti con atteggiamenti molesti e provocatori. Un atteggiamento, con ogni probabilità, provocato dagli eccessi alcolici e che ha messo a disagio tanto il titolare quanto gli avventori. Oltre a disturbare, l’uomo portava con sé un coltello a serramanico con una lama di una decina di centimetri (nella foto). Facile capire la pericolosità di un oggetto del genere in tasca ad un soggetto per nulla in controllo delle proprie azioni. Perquisito dai militari, l’arma gli è stata tempestivamente sequestrata. Ha così rimediato una denuncia a piede libero per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA