Un attacco cardiaco fatale
Oggi il funerale del primario Simoni

Un attacco cardiaco fatale Oggi il funerale del primario Simoni
3 Minuti di Lettura
Martedì 17 Giugno 2014, 21:49 - Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 16:47

FERMO - E' morto per un attacco cardiaco, oggi il funerale del primario di Medicina Paolo Simoni. Si terranno oggi i funerali del dottor Paolo Simoni primario del reparto di Medicina dell’ospedale Murri.

Il professionista si è sentito male nel tardo pomeriggio intorno alle 18.30 nella sua abitazione al Tirassegno. Immediatamente è stato soccorso ma vani sono stati i tentativi dei suoi colleghi di mantenerlo in vita: il suo cuore, purtroppo, si è fermato per sempre. Uno choc quando i colleghi del pronto soccorso di Fermo si sono visti arrivare il primario. Purtroppo però non sono riusciti a salvargli la vita tanto erano state compromesse le sue condizioni di salute dall’attacco cardiaco.

Simoni, 58 anni, una lunga carriera alle spalle ora era primario del reparto di Medicina Interna del Murri di Fermo, responsabile dell’unita’ operativa semplice stroke unit presso l’Unità Operativa Complessa di Medicina del Dipartimentale B dell’Ospedale Civile di Fermo.

La salma ieri è rimasta all’obitorio dell’ospedale Murri di Fermo. Oggi invece i funerali che si terranno alle ore 16 nella chiesa di Sant’Agostino. Un lutto improvviso che ha molto colpito tutta la sanità fermana e non solo, un ambiente dove ormai da diversi anni Paolo Simoni era ben noto per la sua caparbietà e professionalità nel lavoro.

Solo di recente il dottor Simoni aveva ricevuto l’incarico di dirigere il reparto di Medicina nel frattempo in tutti questi anni aveva quindi ricoperto il ruolo di facente funzione del primariato della stessa Medicina.

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1982, Simoni aveva iniziato a svolgere la sua professione presso la 1° Clinica Medica di Firenze e si era specializzato in Medicina Interna presso la stessa Scuola nel ’90 col massimo dei voti e la lode. Prima di arrivare al Murri di Fermo, aveva svolto il ruolo di assistente medico presso l’ospedale di Amandola, quindi era entrato nello staff dell’ospedale fermano.

Grazie propri alla sua lunga militanza all’interno dell’ospedale fermano Simoni è stato per tanto tempo un punto di riferimento sicuro per tanti colleghi più giovani. La sua competenza e le sue capacità hanno sono state sempre d’aiuto per i colleghi professionisti ed è grazie quindi anche a lui se oggi la Divisione di Medicina del Murri ha raggiunto i livelli che in molti hanno potutto apprezzare.

Ieri la salma del primario è rimasta all’obitorio dell’ospedale Murri dove molti tra familiari, amici e colleghi hanno voluto tributargli l’uotimo saluto prima della cerimonia funebre che si terrà quindi oggi nella chiesa di Sant’Agostino prevista alle ore 16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA