Irlanda, Svezia e Danimarca: l'aeroporto a caccia del rilancio con nuove rotte e un bando raddoppiato

Giovedì 10 Dicembre 2020 di Martina Marinangeli
Irlanda, Svezia e Danimarca: l'aeroporto a caccia del rilancio con nuove rotte e un bando raddoppiato

ANCONA - Bandi per le nuove rotte: capitolo secondo. Per incrementare i voli da e per l'aeroporto Sanzio, la Regione rigioca la carta della gara internazionale – calata già lo scorso anno – che però, nel primo tentativo, è riuscita ad agganciare solo le mete di Monaco (con Lufthansa) e di Parigi (con Transavia) su nove lotti totali, suddivisi tra tratte nazionali ed europee.

LEGGI ANCHE:

Complice lo tsunami Covid, che ha colpito con particolare durezza il settore aeroportuale, il risultato è stato al di sotto delle aspettative e, per questa ragione, Palazzo Raffaello ha deciso di aggiustare il tiro. 

 

La scelta

Al bando per sostenere le start up di nuovi voli, questa volta ne affiancherà uno direttamente a sostegno delle compagnie aeree. Un doppio binario reso possibile dalla proroga del cosiddetto Termporary Framework al 30 giugno 2021. Si tratta di un quadro normativo adottato dall’Unione europea per consentire ai Paesi membri di fare ricorso a misure di sostegno al tessuto economico in deroga alla disciplina ordinaria sugli aiuti di Stato. Grazie a questa finestra aperta dalla Commissione per arginare l’effetto domino economico dell’emergenza Covid, le maglie si sono allentate e la Regione avrà più spazio di manovra. Per il 2021, è stato previsto uno stanziamento di 7,5 milioni di euro totali destinato a questa partita, di cui 3,6 per il sostegno alle compagnie aeree, e 3,9 alle nuove rotte.

Il sostegno previsto

Questo secondo bando sarà simile a quello chiuso tra luglio ed agosto, che prevedeva aiuti all’avviamento, per ciascuna rotta, fino al 50% dei diritti aeroportuali e per un periodo massimo di tre anni. Anche questa volta, sarà suddiviso tra lotti nazionali – Roma e Milano (Linate e Malpensa) la faranno da padrone, mentre per le altre mete italiane sarà il mercato a scegliere le più appetibili – ed europei. Per questo secondo gruppo, si guarda in particolare a Gran Bretagna ed Irlanda, al mercato nord europeo con Finlandia, Norvegia, Svezia, Olanda, Danimarca e Germania, alla parte occidentale del Vecchio continente con Francia, Svizzera, Spagna e Portogallo, ed a quella orientale con Bulgaria, Ungheria, Romania, Polonia e Grecia. Chiudono l’elenco i Balcani. 

La misura da attivare

Ma la vera novità, si diceva, è il bando che andrà a sostenere le compagnie aeree con 3,6 milioni di euro. Un’occasione unica dato che lo spiraglio aperto da Bruxelles si chiuderà a fine giugno e, salvo ulteriori proroghe, la misura non potrà essere replicata nei bandi del 2022, per i quali la Regione ha previsto 6 milioni di euro. E con i vettori in ginocchio per la contrazione del traffico causata dal Covid, l’operazione si presenta molto appetibile. La delibera potrebbe essere portata già domani in giunta e, se così fosse, i bandi sarebbero pronti a partire dalla prossima settimana. Intanto, grazie alla gara chiusa il 31 agosto, tornerà a volare sui cieli del Sanzio Lufthansa, che garantirà un doppio volo giornaliero per Monaco dal 2021, e si aggiungerà alla flotta Transavia, che opererà voli bisettimanali, dal 16 aprile a fine ottobre 2021, alla volta di Parigi, aeroporto di Orly.

 

Ultimo aggiornamento: 10:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA