Sesso con due ragazzine di 17 e 13 anni: avvocato in manette. «Vendute dalla mamma per soldi e regali»

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Sesso con due ragazzine di 17 e 13 anni: avvocato in manette. «Vendute dalla mamma per soldi e regali»

MASSA - Avrebbero procacciato incontri a luci rosse ad un avvocato con due ragazze minorenni: per questo una donna, la figlia ventenne e un avvocato della provincia di Massa sono stati arrestati con l'accusa di sfruttamento della prostituzione minorile e violenza sessuale. Le due ragazzine coinvolte sarebbero figlie della donna finita in manette.

LEGGI ANCHE:

Il ladro seriale di offerte pizzicato di nuovo in chiesa: aggredisce i carabinieri, arrestato

Accade in un comune della Val di Magra, nello Spezzino: le indagini sono state portate avanti dai Carabinieri che hanno operato con la Dda di Genova. Il legale è stato arrestato a Massa, poco distante dal suo studio, mentre le due minorenni sono state portate in un luogo segreto.

La donna e la figlia ventenne arrestate si erano accordate con l'avvocato, affinché l'uomo potesse incontrare le altre due figlie, di 17 e 13 anni, della donna. L'avvocato, è emerso dalle indagini, aveva una relazione con la ventenne. L'uomo aveva convinto lei e la madre a fargli incontrare le altre due ragazzine alle quali dava soldi e faceva regali. Soldi andavano anche alla 20enne e per tutte c'era la promessa dell'acquisto di una casa. 

Ultimo aggiornamento: 19:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA