Roma, corpo di un uomo in una valigia in strada a Pietralata. La compagna: «Mi sono sbarazzata del corpo»

Sabato 5 Giugno 2021 di Alessia Marani e Camilla Mozzetti
Roma, corpo di un uomo trovato in una valigia in strada: «Fuoriuscivano macchie di sangue»

Ritrovamento choc, nella zona Est della Capitale. «Fuoriuscivano macchie di sangue». È quanto notato da un autista dell'Atac che ha trovato il cadavere di un uomo in una valigia in strada a Roma. L'allarme è scattato poco prima delle 7 in via Federico Sacco, nel quartiere di Pietralata, quando l'autista ha contattato il 112.

Olgiata, il maggiordomo che uccise Alberica Filo della Torre torna libero dopo 10 anni

La compagna: «Mi sono sbarazzata del corpo»

I poliziotti hanno seguito le tracce di sangue sull'asfalto, fino a giungere in un appartamento dove all'interno una donna italiana, 39 anni, compagna della vittima, ha ammesso che l'uomo fosse morto da giorni in casa e che si sarebbe lei stessa sbarazzata del corpo. Sul posto la squadra mobile, le indagini sono in corso. La donna,  ha spiegato che il compagno, anche lui italiano, 37enne, con precedenti, tossicodipendente, era deceduto lunedì per overdose e non sapendo cosa fare ha preso il corpo e lo ha rinchiuso in una valigia. 

Roma, bus in fiamme in Centro: fumo e paura davanti al Ministero della Marina

 

Video

 

Valigia chiusa col nastro adesivo

Lei, circa 50 kg, lui una novantina: gli investigatori pensano che la donna non abbia fatto tutto da sola, ma che sia stata aiutata. La valigia era chiusa con del nastro adesivo ed era stata lasciata vicino a un'auto. Da una fessura gli investigatori, arrivati sul posto, hanno subito intravisto una testa. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 09:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA