A 20 anni spaventati e infreddoliti
persi sulle montagne a quota 1.700

A 20 anni spaventati
e infreddoliti persi sulle
montagne a quota 1.700
PORDENONE - I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico hanno salvato in nottata un ragazzo e una ragazza, escursionisti di circa venti anni, aretini, che avevano chiesto aiuto dopo essere stati colti dal buio in una zona impervia sul Monte Borgà, nel pordenonese, a quota 1.700 metri. I due ragazzi sono stati accompagnati prima sul sentiero 381 e da qui scortati al Rifugio Cava Buscada e poi con automezzo fuoristrada del CNSAS a valle.

Grazie al loro telefono cellulare, dal quale avevano chiamato chiedendo soccorso, è stato possibile individuare la posizione precisa in cui si trovavano. Per recuperarli erano partiti sei tecnici del Soccorso Alpino a piedi dal Rifugio Cava Buscada mentre altri quattro dalla base operativa a Claut monitoravano e coordinavano le operazioni. I due escursionisti erano nei pressi dei ruderi di Casera Tamers, molto spaventati e infreddoliti, ma in buone condizioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Agosto 2018, 10:18 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2018 12:14

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO