Offende i poliziotti colpendoli
con calci e pugni: 20enne in manette

Martedì 13 Agosto 2019 di E.B.
TRIESTE - La Polizia di Stato ha arrestato per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, getto pericoloso di cose, lesioni personali, minacce e rifiuto di fornire un documento o di declinare le proprie generalità un cittadino brasiliano M.S.D.S., 20enne.  Stava litigando violentemente con un altro uomo all’esterno di un locale di via Rossini e ha scagliato una sedia contro i presenti. E’ stata informata la sala operativa della Questura tramite il 112 e sul posto si è recata una Volante. Alla vista degli operatori il brasiliano ha iniziato a inveire e si è rifiutato di fornire un documento o le proprie generalità. Quindi è scappato insultando gli agenti, che lo hanno rincorso. Una volta raggiunto, l’uomo vi si è scagliato contro con inaudita violenza colpendoli con calci, pugni e spintoni, oltre che insultandoli, oltraggiandoli pesantemente e minacciandoli. Anche durante il trasporto in Questura l’uomo ha mantenuto un atteggiamento violento e aggressivo, sputando verso gli operatori e colpendo con violenti calci i finestrini e la barriera in plexiglass dell’autovettura di servizio. Si trova al carcere del Coroneo. 
 
  Ultimo aggiornamento: 19:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA