Il viso bello e luminoso grazie alla magie del booster, ecco le sue caratteristiche e come applicarlo

Giovedì 22 Luglio 2021 di Federica Buroni
Una donna si applica il booster sul viso

ANCONA - Viso bello e luminoso? Il booster, una delle ultime novità per la pelle, ti dà una mano. Attenzione, però: non è da usare sempre. Stiamo parlando di una soluzione molto concentrata, che si presenta come con una texture assai liquida. La parola viene dall’inglese to boost che significa aumentare. Infatti, il booster serve proprio per amplificare gli effetti delle creme e dei sieri. Un vero tocco magico, in grado di rendere nostra signora pelle un gioiello prezioso. L’importante è usarlo con saggezza, solo per certi periodi e seguendo le regole della routine viso. 
Per le sue caratteristiche, il booster, dunque, non va utilizzato da solo ma abbinato. Non a caso, in questi ultimi tempi, è diventato uno dei prodotti must have per la skincare routine. In quanto amplificatore di creme, infatti, il booster potenzia gli effetti di creme e sieri donando luminosità e idratazione alla pelle. Il siero viso tradizionale, invece, è un cosmetico pensato per andare in profondità veicolando i principi attivi contenuti in creme che vengono applicate successivamente. Ecco, dunque, la principale differenza tra siero e booster: il primo viene utilizzato come routine, il secondo solo come trattamento d’urto per alcuni periodi. Ciò che accomuna i due prodotti è la texture, sono entrambi leggeri e fluidi. Essendo una soluzione liquida che deve amplificare, il booster viso va applicato dopo aver pulito a fondo la pelle con acqua micellare o con latte detergente e tonico: così facendo, si raggiungerà il top. Fatto assorbire bene il booster, si procede con siero e crema. Seguendo questo ordine e queste regole basilari, il massimo risultato è garantito. Come alternativa, comunque, si può anche mixare il booster con la crema viso e applicare i due prodotti in una sola passata: ma questa operazione è consigliata solo a chi ha fretta e abbia un booster con una vasto raggio di azione. Chi invece ha un booster ad hoc, magari per il contorno occhi, sarebbe meglio separare gli step. E questo utilizzandoli separati, i prodotti agiscono, ognuno, per il megli.
Il booster ha una formulazione liquida, senza emollienti grassi. Rispetto ai sieri, vantano la presenza di una sola componente molto concentrata. I booster sono decisamente versatili, si possono alternare o mixare tra loro ottenendo il risultato desiderato. Per esempio, la vitamina C e retinolo sono superlativi per restituire energia e vitalità alla pelle. Con una postilla però: occorre prestare molta attenzione ad usare la vitamina C sulla pelle d’estate perchè potrebbe causare l’insorgere di macchie. Il contatto con i raggi solari, insomma, può creare problemi. In buona sostanza, i booster possono essere paragonati a integratori che però agiscono direttamente sulla pelle. In genere, vengono venduti in flaconi con dosatore in gocce o in fiale monodose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA