Vandali di notte al porto, cinque giovani nei guai. Filmati dalle telecamere, dopo i bisogni danni agli arredi e a un’auto

Martedì 21 Settembre 2021 di Emidio Lattanzi
Vandali di notte al porto, cinque giovani nei guai. Filmati dalle telecamere. Dopo i bisogni, danni agli arredi e a un auto

SAN BENEDETTO  - Saranno tutti ufficialmente identificati nelle prossime ore i cinque ragazzi che, nella notte tra sabato e domenica, si sono resi protagonisti di una serie di episodi di vandalismo nella zona del porto di San Benedetto. 
 
La loro identificazione sarà possibile perché tutto quello che hanno fatto lo hanno compiuto a volto scoperto e di fronte alle telecamere di videosorvegalianza che hanno inquadrato pure la targa dell’auto a bordo della quale sono arrivati. Come detto è tutto accaduto nella notte tra sabato e domenica nella zona del porto dove da un’auto sono scesi cinque giovani (alcuni si vedono chiaramente barcollare nei filmati che ora sono a disposizione della polizia) che hanno iniziato a prendersela con i pali di delimitazione di un’attività che si trova a ridosso della banchina Malfizia. Sono anche entrati nell’area di pertinenza privata dell’attività in questione ed hanno iniziato ad urinare in terra. 


Si tratta di cinque persone provenienti dall’entroterra ascolano, tutte di giovane età. Più o meno nelle stesse ore (non è escluso dunque che possa trattasi delle medesime persone) qualcuno ha fatto cadere un palo della segnaletica che si trovava fissato a bordo strada, contro un’auto in sosta. Il veicolo, una Fiat 600, ha riportato danni alla parte anteriore. Sul posto sono stati chiamati gli agenti della polizia locale che hanno effettuato tutti i rilievi. Le indagini sono coordinate dal commissariato dove le vittime delle due situazioni si sono presentate ieri mattina per formalizzare una denuncia nei confronti dei teppisti. 


Poco prima, invece, era andata in scena una scazzottata sul lungomare. E’ successo all’altezza della deviazione che segna il confine tra la passeggiata Sud e quella Nord. Per futili motivi alcuni ragazzi si sono presi a botte e per uno di loro, colpito al volto, è stato necessario l’intervento dell’ambulanza del 118. Sul posto, insieme ai sanitari, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Benedetto che hanno identificato alcuni dei giovani che hanno partecipato al tafferuglio e ascoltato anche le testimonianze di alcuni passanti. Nelle prossime ore saranno comunicati i provvedimenti conseguenti l’accaduto. 


Episodi che rappresentano una sorta di colpo di coda dell’estate dal momento che le miti temperature spingono molte persone a continuare a “vivere” la notte rivierasca. Purtroppo in alcuni casi si eccede con l’alcol e ci si ritrova protagonisti di questo genere di episodi. Chi ha agito tra sabato e domenica dovrà dare più di una spiegazione sul proprio comportamento.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA