Giovane turista denuncia al pronto soccorso: «Due uomini mi hanno stuprata». Indagini della polizia

Martedì 27 Luglio 2021 di Emidio Lattanzi
Una giovane turista corre al Pronto soccorso: «Due uomini mi hanno stuprata». Ecco gli elementi raccolti

SAN BENEDETTO  - La polizia è determinata a fare piena luce su quanto accaduto poco prima dell’alba di sabato nella zona del porto dopo che una ragazza, nella tarda serata di domenica, si è presentata in ospedale affermando di essere stata violentata da due persone delle quali non è stata in grado di fornire le generalità. Si tratterebbe infatti di due sconosciuti.

 

 


La giovane, turista proveniente dal Nord Italia, è poco più che maggiorenne e, stando a quanto ha riferito prima ai medici e poi agli agenti del commissariato, sarebbe stata vittima di uno stupro avvenuto nell’area compresa tra via Morosini e via Dari, nella strada chiusa che si trova a Nord del Dopolavoro Ferroviario. Lì, stando alla testimonianza raccolta dagli agenti chiamati proprio dal personale sanitario del Madonna del Soccorso, tutto si sarebbe consumato.


La ragazza ha parlato di due persone, a lei sconosciute, che avrebbero abusato di lei che è poi tornata nell’abitazione dove sta trascorrendo la vacanza insieme ad alcune amiche provenienti dalla sua stessa cittadina e che, con grande fatica, ha poi deciso alcune ore dopo di recarsi al Pronto soccorso. Ai sanitari, che hanno registrato il suo ingresso intorno alle 21 ha riferito che diverse ore prima, alle 4 del mattino, due ragazzi l’hanno bloccata all’altezza di via Morosini e l’hanno poi trascinata in via Dandolo, nel tratto che parte sul fronte occidentale della strada e che termina con il muro che costeggia la linea ferroviaria. Una strada chiusa. A metà di quella strada, sul lato Nord, c’è un vicolo lungo diverse decine di metri, che costeggia due file di abitazioni e che arriva fino all’ingresso di un complesso residenziale che si trova all’altezza della curva Sud dell’ex stadio Ballarin. 


La violenza si sarebbe consumata tra quelle due strade dove la giovane era giunta da sola. Era infatti rientrata poco prima in casa con le amiche ma ha poi deciso di fare una passeggiata ed era nuovamente uscita. Una volta giunta la segnalazione in ospedale sono andati alcuni agenti del commissariato che si sono fatti raccontare tutta la vicenda dalla ragazza, visibilmente sotto choc. Mentre si attende il referto medico ufficiale completo gli agenti stanno cercando di capire se ci sia qualche testimone. Importanti elementi inoltre potrebbero arrivare dalle telecamere di videosorvegilanza presenti nella zona.

 

Ultimo aggiornamento: 16:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA