Doppia scossa di terremoto nell'Ascolano, trema ancora il cratere nelle Marche: magnitudo 4.1 e 3.6. Epicentro Folignano

Scossa di terremoto nell'ascolano: trema ancora il cratere nelle Marche
Scossa di terremoto nell'ascolano: trema ancora il cratere nelle Marche
4 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 08:58

ASCOLI - Torna la paura nel cratere del terremoto 2016 nelle Marche. Una doppia scossa, con epicentro a Folignano, è stata infatti distintameente avvertita poco fa nell'Ascolano. Nel giro di poche ore forti scosse anche in Sicilia, Liguria ed Emilia Romagna ma, a quanto apre, ogni sisma è stato generato da un meccanismo diverso.

Le scuole domani resteranno aperte

Controlli a tappeto su tutte le strutture scolastiche. Alle 18.30 la decisione del sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti: «A seguito delle scosse di terremoto di questa mattina, pur non essendoci pervenuta alcuna segnalazione di danni, i tecnici preposti hanno tempestivamente effettuato sopralluoghi e ricognizioni presso gli istituti scolastici di competenza comunale. Al termine di tali sopralluoghi, non sono stati riscontrati danni agli edifici scolastici. Per tali ragioni, dopo esserci confrontati anche con il Presidente della Provincia Sergio Loggi e con alcuni rappresentanti dei genitori, le scuole di ogni ordine e grado domani resteranno regolarmente aperte».

La successione

La prima, alle 12.24, ha avuto una magnitudo 4.1, la seconda, un minuto dopo, 3.6. Poco dopo una scossa più piccola di magnitudo 2.0. L'allarme corre sui social, al momento non ci sono notizie di danni a cose o persone. Le due scossi più grandi dosno state sguite da uno sciame sismico a Magnitudo più bassa a cavallo tra Folignano e Civitella del Tronto. La più grande, tra le scosse di assestamento, è stata quella delle 12.35 con Magnitudo 2.5.

Studenti subito fuori dagli istituti

Evacuate per precauzione alcune scuole. Il sindaco Fioravanti ha annuciato un sopralluogo in tutti gli istituti. È stata interrotta a scopo precauzionale la line ferroviaria Ascoli- San Benedetto: in corso i controlli per verificare eventuali danni sulla tratta. Dopo un paio d'ore circa, alle 13.57, è poi stata riaperta la linea ferroviaria dopo una serie di verifiche tecniche. Alle 15.07 è stata riattivata anche quella Offida-Ascoli Piceno. Sono stati limitati 4 treni regionali.

Gli studenti del Liceo scientifico al parco Wojtyla
La crepa che si è aperta al Liceo scientifico

Elicotteri in volo

I vigili del fuoco al momento non hanno ricevuto richieste di intervento o segnalazioni di danni (che però potrebbero arrivare in un momento successivo) dopo le due scosse di terremoto, con epicentro a Folignano. Ma un elicottero sorvolerà tra poco la zona per una verifica della situazione dall'alto.

Paura nel Teramano ma nessun danno

Le prime scosse sono state avvertite distintamente anche a Teramo e in molti paesi della provincia. Non sono stati segnalati danni a cose o persone.  Ai centralini dei Vigili del fuoco del Comando provinciale di Teramo non sono arrivate richieste di intervento. Le scuole, come da protocollo, sono state evacuate per disposizione dei dirigenti scolastici, tutti immediatamente contattati dal sindaco D'Alberto, e al momento gli stessi non hanno segnalato situazioni di criticità. A Civitella del Tronto, epicentro di tre scosse successive, di magnitudo 2.5 alle 12:35, 2.1 alle 12:39 e 2.3 alle 13:16. Il Comune, in ogni caso, monitorerà costantemente la situazione e fornirà con tempestività ogni eventuale e ulteriore comunicazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA