Calcio all'ex assessore, il giudice condanna un consigliere comunale di maggioranza

Mercoledì 16 Giugno 2021 di Mario Paci
L'ex assessore Claudio Sesto Travanti al pronto soccorso

ASCOLI - Il giudice di pace, Valentina Leccesi, ha condannato il capogruppo della lista civica Scelta Responsabile, Alessio Rosa a risarcire con 1.500 euro l’ex assessore comunale all’Ambiente, Claudio Travanti. Il giudice ha riconosciuto che fu proprio il consigliere comunale a sferrare il calcio che colpì l’ex assessore comunale all’altezza del ginocchio sinistro.

LEGGI ANCHE:

Vittorio Sgarbi, quadri falsi di De Dominicis: ora rischia il processo. «Autenticati in hotel mentre era al telefono»

Guglielmo non ce l'ha fatta: ucciso dalle complicanze del Covid a soli 45 anni

 

A seguito di quella aggressione, stando a quanto accertato dagli inquirenti, Travanti avrebbe riportato la «frattura della base della rotula, trauma contusivo distrattivo del rachide cervicale e nucale» che aveva comportato una prognosi non superiore a venti giorni, così come risulta dal referto dei medici del pronto soccorso a cui lo stesso Travanti fece ricorso la sera stessa e la relazione tecnica di medicina legale acquisita dalla Procura nel corso delle indagini. 

Trattandosi, però, di lesioni la cui prognosi non supera i venti giorni, il processo si è tenuto davanti al giudice di pace e si è concluso a due anni di distanza dai fatti. Nella primavera del 2019, infatti, in città si stavano vivendo le ultime battute di una campagna elettorale particolarmente sentita in cui sia Claudio Sesto Travanti che Alessio Rosa erano entrambi candidati per conquistare un seggio in consiglio comunale seppur in due schieramenti differenti. 

Durante l’udienza Alessio Rosa ha chiesto scusa per quanto accaduto e ha formulato una proposta economica per chiudere la vicenda. Proposta però che non è stata ritenuta congrua dall’ex assessore all’ambiente il quale ha preferito andare la sentenza. Il giudice di pace ha quindi condannato Rosa al pagamento ma la questione fra i due non sembra essere terminata qui., «Mi avvalgo di chiedere un risarcimento in sede civile - ha annunciato Travanti - e chiederò al consiglio comunale di pronunciarsi sulla vicenda. Rosa dovrebbe dimettersi da consigliere comunale per l’aggressione riconosciuta anche dal giudice».

© RIPRODUZIONE RISERVATA