Perde l'equilibrio, cade nella scarpata e batte la testa: muore davanti agli occhi del figlio

Lunedì 9 Novembre 2020 di Luigi Miozzi
Perde l'equilibrio, cade nella scarpata e batte la testa: muore davanti agli occhi del figlio

ASCOLI -  Ha perso l’equilibrio, è scivolato in una scarpata facendo un volo di pochi metri e ha battuto la testa. Un tragico incidente mentre stava tagliando una pianta nelle vicinanze della propria abitazione a Fonte di Campo è costato la vita ad un settantunenne ascolano. Si tratta di Vincenzo Cataldi che ieri mattina, insieme con il figlio, era intento a tagliare un albero nelle vicinanze della sua villetta alle porte di Ascoli.

 

Cataldi stava utilizzando una motosega per tagliare il tronco quando la lama dell’utensile si sarebbe incagliata. Ha deciso allora di intervenire per cercare di liberare la motosega. Ha impugnato una roncola e ha iniziato ad armeggiare sul tronco per cercare di risolvere il problema che si era verificato. È stato in questi momenti che si è consumata la tragedia. 

Nell’assestare uno dei colpi sull’albero, avrebbe perso l’equilibrio cadendo nella scarpata sottostante. Nella caduta ha battuto la testa e il trauma riportato si è rivelato fatale. Sul posto, oltre ad una pattuglia dei carabinieri, è arrivata un’ambulanza del 118 con il personale sanitario a bordo che hanno cercato alla morte il settantunenne ma, purtroppo, ogni tentativo si è dimostrato vano. Sul luogo della tragedia anche una squadra dei vigili del fuoco che ha provveduto tagliare la pianta e a mettere in sicurezza la zona. Purtroppo la villetta di Fonte di Campo dove ieri mattina ha perso la vita Vincenzo Cataldi, è stata al centro di un’altra tragedia. Il 16 settembre 2017 il figlio di Vincenzo, Virgilio , riconosciuto incapace di intendere e di volere, sferrò due coltellate alla zia Irma Giorgi, uccidendola. Per quei fatti, Virgilio Cataldi, fu assolto perchè giudicato non imputabile. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA