Ascoli, festa del patrono Sant'Emidio
Il vescovo cambia alcune tradizioni

Giovedì 30 Luglio 2015
Ascoli, festa del patrono Sant'Emidio Il vescovo cambia alcune tradizioni

ASCOLI - Novità in vista per il 5 agosto, festa di S. Emidio, patrono della città di Ascoli. E si tratta di novità di un certo rilievo. A partire dalla statua del patrono, che da quest'anno verrà presentata in una nuova veste. In soffitta, dunque, quella vecchia e spazio alla nuova, interamente in legno e scolpita dai maestri legnai di Ortisei, veri e propri artisti nella scultura in legno. La statua è alta 1,80 metri e pesa quasi un quintale e mezzo, più leggera della precedente. La nuova statua verrà benedetta la mattina del 5 agosto durante la messa del pontificale, officiata dal vescovo, Giovanni D'Ercole. Il giorno precedente, cioè, il 4 agosto, verrà esposto, nella Cattedrale, il drappo di S. Emidio, un'opera risalente al '700 attribuibile a Don Tommaso Nardini. Un bozzetto della gloria di S. Emidio, si trova nella pinacoteca di Ascoli. Il drappo, che verrà esposto nel Duomo, anche se non è stata ancora definito il posto, misura 4,66 metri di lunghezza e 3,50 metri di larghezza. Da sottolineare che il drappo di S. Emidio è stato esposto solo in due occasioni e, pertanto, quella del 4 agosto sarà anche l'occasione per ammirare da vicino quella che molti critici definiscono come una vera e propria opera d'arte. Novità anche per la processione del pomeriggio che da quest'anno vedrà la nuova statua di S. Emidio portata a spalla da 12 portatori e non più dal carro trainato dai buoi.

Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA