Un’eccellenza del Made in Italy: l’ennesimo premio per chef Cedroni

Il riconoscimento internazionale Manibus. E Senigallia nel weekend si è scoperta città gourmet

Un eccellenza del Made in Italy: l ennesimo premio per chef Cedroni
Un’eccellenza del Made in Italy: l’ennesimo premio per chef Cedroni
di Sabrina Marinelli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Ottobre 2023, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 14:45

SENIGALLIA «Vogliamo far diventare Senigallia capitale italiana del gusto». Parola dell’assessore Alan Canestrari, che anticipa a novembre un evento sul cioccolato. La città dalla spiaggia di velluto procede spedita in questa direzione, potendo contare sulle sue eccellenze. Lo chef pluristellato Moreno Cedroni ha ricevuto sabato pomeriggio a Lecce il premio internazionale Manibus per il Made in Italy. «Per l’inarrestabile sperimentazione applicata alla cucina – riporta la motivazione - che si materializza nel progetto: the tunnel, laboratorio di ricerca altamente tecnologico dove si valicano nuove frontiere del gusto».  


L’evento


Tra i premiati anche l’attore Neri Marcorè.

Sabato pomeriggio si è concluso inoltre l’evento Senigallia Città Gourmet con il Foro Annonario gremito per gli show cooking. «Senigallia è stata la capitale gourmet all’interno del Grand Tour delle Marche, con Tipicità che, giunta alla terza edizione, ha ospitato le città di San Vito Lo Capo, Foligno e Isola della Scala – ricorda l’assessore alle Attività produttive - destinazioni turistiche che promuovono il turismo nel nostro paese, come fondatrici della rete delle città gourmet d’Italia». I prodotti tipici locali tornano protagonisti dal 27 al 29 ottobre al Foro Annonario con Sapori d’autunno, l’evento targato Confartigianato. 


Porterà un tipico mercatino autunnale dedicato ai prodotti tipici locali e marchigiani. «Sapori d’autunno è un evento ormai consolidato che abbiamo mantenuto e chiesto di rinnovarlo e dargli nuova vitalità – prosegue l’assessore Canestrari - perché rientra nel circuito degli eventi enogastronomici della città. Ci saranno anche un novembre e un dicembre ricco di iniziative su questo versante, come ribadito sabato con l’accordo fatto come Tipicità». 


Le prospettive


Ribadisce poi di voler far diventare Senigallia capitale italiana del gusto. «Abbiamo tutte le carte in regola – dice -. Siamo partiti con Fish marche(t) e stiamo organizzando le prossime edizioni, avremo slow wine con tre giorni di degustazioni, poi a novembre la fiera del cioccolato. Senigallia può lanciare un turismo che, dopo e prima dell’estate, si riversa nelle nostre terre, comprese le vallate alla scoperta di vigneti e oliveti. A tal proposito ricordo a breve la festa dell’olio a Scapezzano». «Sicuramente il settore enogastronomico funge da catalizzatore – sottolinea Francesca Petrini, responsabile di Senigallia per Confartigianato -, diventato fondamentale per attrarre turismo a beneficio del territorio e dell’attività artigianali e commerciali che ne fanno parte». 


L’onda lunga


Ormai è accertato che ai turisti piace essere presi per la gola e a Senigallia non c’è che l’imbarazzo della scelta. Quest’anno quelli che hanno scelto la bassa stagione sono stati particolarmente fortunati per via del meteo. Anche ieri in diversi si sono concessi un bagno in mare, compreso il presidente della commissione bilancio Marcello Liverani, che ha così commentato «forse l’ultimo bagno di una stagione estiva interminabile ma mai dire mai». Sempre ieri, però, è stata diramata un’allerta meteo gialla, valida dalla mezzanotte e per tutta la giornata di oggi, per temporali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA