«Non hai il Green pass? Ti invito a cena». Alberta, la pasionaria del convivio, organizza 4 banchetti gratis. «Ma non sono no-vax»

Domenica 10 Ottobre 2021 di Sabrina Marinelli
«Non hai il Green pass? Ti invito a cena». Alberta, la pasionaria del convivio, organizza 4 banchetti gratis. «Ma non sono no-vax»

SENIGALLIA - «Non hai il Green pass e vuoi uscire a cena? Vieni a casa mia, ti invito con il cuore». E' l'iniziativa lanciata da Alberta Cardinali, che nella sua casa di Marzocca ha organizzato quattro serate. Ha ottenuto subito un grande successo e non è escluso che ne seguiranno altre. «L'intento è alleggerire il peso di un periodo difficile per tutti spiega Alberta Cardinali , volevo abbattere il muro che il Green pass ha alzato tra di noi. Non sono no vax ma trovo che sia una misura coercitiva anticostituzionale. Tra gli ospiti anche una signora vaccinata che ha chiesto di partecipare, interessata all'iniziativa, la cui finalità è stare insieme». 

Alberta Cardinali

 


A tavola
Si parte il 13 ottobre. Il menù prevede risotto con la zucca e insalata mista, poi il 22 ottobre cous cous con verdure e patate arrosto, il 28 ottobre zuppa di lenticchie e cipolle stufate infine l'11 novembre minestrone di verdura e insalata mista. «Ho scelto un menù vegano, pur non essendo io vegana aggiunge , perché penso possa incontrare i gusti di tutti. L'iniziativa è gratuita, del resto chi invita ospiti a cena non li fa pagare. C'è chi ha già detto che porterà il dolce, chi il vino ma io non chiedo niente, solo la voglia di stare insieme, in allegria con la consapevolezza che passerà anche questo periodo». 
L'evento è stato pubblicizzato con una locandina che ha realizzato e inserito nella sua pagina Facebook. Alcune serate sono già andate esaurite e rimangono pochi posti disponibili. «Il numero è dettato dalle sedie prosegue Alberta Cardinali si mangia in cucina e lo spazio è quello. Posso ospitare fino a quattro persone per volta. Mi hanno contattato anche da Trento e da Padova per chiedermi se ci saranno altre date perché, essendo distanti, non possono venire adesso ma dovranno organizzarsi. Chissà, perché no, intanto vediamo come vanno queste». Alberta Cardinali lavora per un'azienda che vende alimenti biologici e fa parte del Gruppo di acquisto solidale di Marzocca. E' molto attenta alle materie prime che porta in tavola. Aprire la porta a degli sconosciuti è una scelta coraggiosa ma lei non ha paura. «Intanto bisogna prenotare prima quindi so chi arriverà e ci conosceremo nel corso della cena conclude , in fondo l'obiettivo è proprio quello di socializzare. L'idea è che ci sia un terreno d'incontro su base fiduciaria per superare paure e ritrovarsi, al di là del lascia passare che ci sta dividendo e scavando ferite non solo economiche ma anche sociali, che da qualche parte, un giorno, dovremo cominciare a curare. Credo che l'unico patrimonio sul quale investire siano le relazioni umane».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA