Senigallia, balli e pugni in faccia
Perde due denti, chiede 80mila euro

Mercoledì 11 Luglio 2018
Divertimento in discoteca in una foto d'archivio

SENIGALLIA - Una serata passata a ballare in discoteca. La musica, qualche drink, il divertimento, forse sfrenato. Poi, il caos prima di salire sul pullman verso casa. La coda, l’euforia ancora alta, il sonno che sembra essere lontano. C’è una spinta, ci sono le urla. Nella confusione parte un cazzotto. E mette ko un ragazzo anconetano di 22 anni, spaccandogli due denti. Da quell’episodio di violenza, accaduto il 4 agosto del 2014 all’uscita da una discotecadi Senigallia, è nato un procedimento penale sbarcato in tribunale. Imputato per lesioni personali aggravate c’è un chiaravallese di 26 anni, difeso dall’avvocato Andrea Natalini. All’epoca delle indagini e della denuncia sporta dalla vittima era stato indicato lui come l’autore del pugno, finito dritto sulla mandibola dell’anconetano. Ora, quest’ultimo – parte civile al processo tramite l’avvocato Emanuela Bruno – chiede un risarcimento danni del valore di 80mila euro. Aveva dovuto fare i conti con la rottura di due denti e una prognosi complessiva di 78 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA