Colpita alla testa con il phon poi strangolata
con il guinzaglio: così è morta Graziella

Colpita alla testa con il phon
poi strangolata con il guinzaglio
così è morta Graziella
SENIGALLIA - Uno scenario agghiacciante. Sarebbe stata colpita prima alla nuca con un asciugacapelli e poi strangolata con un guinzaglio per cani. Così sarebbe morta Graziella Pasquinelli, 73 anni, la commerciante senigalliese uccisa giovedì mattina da Gianluca Barucca, il figlio. Questi gli elementi emersi dall'esame autoptico effettuato questa mattina dal pm Dicuonzo ed effettuato dall'istituto di medicina legale di Torrette. 

L'anziana sarebbe stata tramortita con un phon, un colpo violento che avrebbe fatto cadere la donna con il figlio che poi l'ha strangolata con il guinzaglio del cane che la donan e il figlio tenevano in casa. Nessun segno di resistenza, i tragici fatti si sarebbero consumati nelle prime ore di giovedì. 

Gianluca Barucca è detenuto nel carcere di Montacuto, l'interrogatorio di garanzia dovrebbe svolgersi lunedì mattina.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Novembre 2017, 16:32 - Ultimo aggiornamento: 19-11-2017 11:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO