Uccise la mamma, assolto Barucca
Il giudice: «Non era consapevole»

Uccise la mamma
assolto Barucca. Il giudice:
«Non era consapevole»
SENIGALLIA - Assolto perché incapace di intendere e di volere al momento dei fatti. Questa la sentenza espressa ieri mattina dal gup Francesca De Palma nei confronti di Gianluca Barucca, l’ex commerciante di 47 anni accusato dell’omicidio volontario della madre, Graziella Pasquinelli, strangolata con un guinzaglio la mattina del 16 novembre 2017.

 

Essendo stato ravvisato anche un grado di pericolosità sociale, residuo rispetto al momento della tragedia avvenuta in via Brandani, il giudice ha anche disposto per l’imputato una misura di sicurezza che dovrà essere mantenuta per i prossimi tre anni. L’imputato (ha proceduto con l’abbreviato) la dovrà scontare in una struttura che gli consenta di portare avanti un percorso terapeutico per tenere sotto controllo il suo status mentale. Barucca – che attualmente si trova recluso nella Rems di Macerata Feltria - era presente alla lettura della sentenza, assieme al difensore Marta Mereu. Anche il pm titolare dell’inchiesta, il dottor Ruggiero Dicuonzo, aveva chiesto l’assoluzione per il 47enne. La perizia psichiatrica era stata redatta dal professor bolognese Renato Ariatti. Stando a quanto ravvisato dallo specialista, all’origine del raptus perpetrato nei confronti della madre ci sarebbe stata una forma depressiva acuta con aspetti psicotici tali da far distorcere al 47enne la percezione della realtà con un conseguente delirio di rovina per lui e per gli altri. 

Sarebbe stato un cortocircuito, dunque, a spingerlo a uccidere la donna, 73 anni. Secondo la ricostruzione della procura, Barucca –che gestiva un negozio di calzature in centro - si era scagliato contro la madre colpendola alla testa con un oggetto contundente per poi finirla con il guinzaglio. Aveva vegliato il corpo della donna per ore. La tragedia era stata scoperta dai i carabinieri che avevano fatto irruzione in casa. L’allarme era stato lanciato dalla moglie del 47enne, spaventata perché le saracinesche del negozio erano rimaste abbassate tutto il giorno. Barucca era vicino al cadavere dell’anziana, sotto choc.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Giugno 2019, 04:40 - Ultimo aggiornamento: 11-06-2019 04:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO