Guida Michelin 2020: confermate le tre stelle Michelin a Mauro UIiassi

Mercoledì 6 Novembre 2019

PIACENZA - C'era tanta attesa. La cerimonia per le stelle della Guida Michelin 2020 parla ancora marchigiano e senigalliese con il prestigioso riconoscimento delle tre stelle confermate a Mauro UIiassi

Uliassi e Cucinelli ad Acqualagna per ricevere la “Ruscella d’Oro”

In guida 2020 cinque cappelli a Uliassi e Madonnina Pescatore

La spiaggia di velluto è da gustare turisti in fila per Uliassi superstar

Le Stelle Michelin, il prestigioso riconoscimento per gli chef e i loro ristoranti, sono state assegnate oggi al Teatro Municipale di Piacenza. Tra le principali novità, il neo-tristellato Enrico Bartolini al Mudec di Milano, e due nuovi Due Stelle Michelin: Glam di Enrico Bartolini a Venezia, e La Madernessa di Michelangelo Mammoliti, nel cuneese.
Perdono una stella, scendendo da due a una, Al sorriso di Soriso (No), Locanda Don Serafino a Ragusa, Vissani a Baschi (Tr) e Locanda Margon a Ravina (Tn).

Enrico Bartolini del Mudec a Milano è il nuovo tre stelle Michelin. Tutti confermati i dieci al top della guida 2019 compreso Mauro Uliassi che continua a tenere alto il nome di Senigallia e anche delle Marche. Milano entra così nel gotha della ristorazione italiana. La guida Michelin Italia 2020 ha premiato 11 ristoranti con tre stelle Michelin, 35 locali hanno ricevuto due stelle, e a 328 è stata assegnata una stella per un totale di 374 ristoranti stellati.

TRE STELLE

Nella Guida Michelin 2020, i ristoranti quindi la cui cucina “vale il viaggio”, e quindi le tre stelle, sono: Piazza Duomo ad Alba (CN), Da Vittorio a Brusaporto (BG), St. Hubertus, a San Cassiano (BZ), Le Calandre a Rubano (PD), Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio (MN), Osteria Francescana a Modena, Enoteca Pinchiorri a Firenze, La Pergola a Roma, Reale a Castel di Sangro (AQ), Mauro Uliassi a Senigallia (AN) e Enrico Bartolini al MUDEC a Milano.

DUE STELLE

Due i nuovi Due Stelle Michelin: Glam di Enrico Bartolini a Venezia con lo chef Donato Ascani, e La Madernessa di Michelangelo Mammoliti, nel cuneese. Perdono una stella, scendendo da due a una, Al sorriso di Soriso (No), Locanda Don Serafino a Ragusa, Vissani a Baschi (Tr) e Locanda Margon a Ravina (Tn). 

PREMI SPECIALI

Il Premio MICHELIN Giovane Chef 2020 è stato assegnato a Davide Puleio, L’Alchimia di Milano che oggi si aggiudica anche la sua prima stella. Il premio Premio MICHELIN Chef Mentor 2020, a Gennaro Esposito, due stelle di Torre del Saracino a Vico Equense. Il premio MICHELIN Servizio di Sala 2020, a Sara Orlando dello stellato Locanda di Orta a Orta San Giulio. Il Premio MICHELIN Passion for Wine 2020, è stato invece assegnato a Rino Billia, Le Petit restaurant una stella di Cogne. 

NUMERI 
In totale, la guida Michelin Italia 2020 ha premiato 11 ristoranti con tre stelle Michelin, 35 locali hanno ricevuto due stelle, e a 328 è stata assegnata una stella per un totale di 374 ristoranti stellati. La Lombardia è la regione più stellata, con 62 ristoranti, di cui 3 a tre stelle, 5 con 2 stelle e 54 con una). Al secondo posto c’è sempre il Piemonte, con 46 ristoranti (1 con tre stelle, 4 con due e 41 con una). La Campania si colloca al terzo posto del podio, con 44 ristoranti, (6 due stelle e 38 con una). A seguire, la Toscana con 40 ristoranti (1 a tre stelle, 4 con due e 35 con una) e, infine, il Veneto, a quota 37 (1 tristellato, 4 con due stelle e 32 una). Tra le province, Napoli è sempre in vetta con 26 ristoranti, Roma in seconda posizione con 24 (1 a tre stelle, 1 con due e 22 una). Seguono Milano con 20 ristoranti, di cui uno da oggi con tre stelle, 3 con due e 16 con una.  Seguono Bolzano con 19 e Cuneo a quota 18.

Ultimo aggiornamento: 16:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA