Niente sconti a chi sgarra alla guida: più multe, merito del Police control

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Niente sconti a chi sgarra alla guida: più multe, merito del Police control

OSIMO  - Aumentano gli accertamenti per violazione al Codice della strada fatti dalla polizia locale, rappresentano l’80% del totale. Si è passati da 9.528 ai 10.213 del 2019, rilevante la differenza rispetto al periodo 2013-2016, quando gli accertamenti si attestavano su una media di 5.800 all’anno. Tra le 10.213 sanzioni quelle pagate, aggiornate al 29 gennaio scorso, sono state 7.759, in aumento rispetto alle 7.370 del 2018. Cresce il totale riscosso dal Comune: da 300mila euro a 360mila. 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, oltre 1000 morti. Oms: minaccia peggiore del terrorismo. L'Italia non ferma Schengen

Diminuiscono però le violazioni per eccesso di velocità, da 1.470 a 1.146, mentre aumentano quelle per mancata copertura assicurativa (128, +25 in un anno) e revisione (155, il doppio in dodici mesi). In 23 casi è stato necessario ritirare o sospendere patente e libretti di circolazione, mentre sono stati 1.718 i punti di patente sottratti, ben 724 in più rispetto al 2018. Il maggior pattugliamento di polizia locale ha comportato una riduzione degli incidenti stradali (80 rispetto ai 112 di due anni fa), ma aumentano quelli con feriti (da 37 a 55). I maggiori controlli hanno comportato un aumento delle rimozioni dei veicoli in divieto di sosta: da 60 a 76, ma nettamente in calo rispetto ai 145 di media del triennio 2014-2016. «L’aumento delle sanzioni accertate -spiega l’assessore alla polizia locale Federica Gatto- non è dovuto ad un improvviso comportamento più scorretto degli automobilisti, ma soprattutto all’utilizzo di nuova strumentazione altamente tecnologica come il Police control, acquistato nel 2015, che permette di accertare on line il passaggio di veicoli privi di assicurazione, con mancata revisione e che sono causa di furto o sottoposte a fermo amministrativo o penale».

Sui 360mila euro incassati dalle multe Gatto precisa che «gli introiti, in base al Codice della strada, dovranno essere reinvestiti per il miglioramento e la sicurezza della viabilità e delle infrastrutture stradali». Sono in calo i permessi sosta per residenti e quelli straordinari: si è passati dai 1.484 del 2013 ai 1.303 del 2015 fino ai 1.134 dell’anno scorso (la polizia locale ne ha rilasciati 249 in meno negli ultimi dodici mesi). La segreteria del comando di via Molino Mensa emesso 115 ordinanze di viabilità (9 in più), ha avviato 91 pratiche di nulla osta per manifestazioni pubbliche e rilasciato 185 permessi per invalidi (29 in più rispetto al 2018). Aumentate le attività di accertamento sulle residenze degli immigrati (da 702 a 762) e l’idoneità degli alloggi (da 11 a 23), mentre sono stati addirittura 24 i cittadini che nel 2019 hanno chiesto il cambio di cognome, appena 6 l’anno prima. 

«Anche le attività commerciali -commenta l’assessore- richiedono un forte dispiego di forze da parte della polizia locale viste le 5.550 rilevazioni ai mercati cittadini e le oltre 400 pratiche di controllo sugli esercizi commerciali». Sono stati 38 invece i verbali contestati in tema di animali di affezione, aratura e taglio rami mentre 552 i controlli di polizia rurale. Infine i sopralluoghi per ordinanze e autorizzazioni di occupazioni suolo pubblico o cantieri stradali sono passati da 315 a 345. Appena 2 i verbali per violazioni ai regolamenti edilizi: furono 5 nel 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA