San Settimio al via con 460 bancarelle con il Green pass in tasca per lo shopping

Giovedì 23 Settembre 2021 di Fabrizio Romagnoli
San Settimio al via con 460 bancarelle con il Green pass in tasca per lo shopping

JESI - Se la tradizione della Tombola di San Settimio ha dovuto ancora cedere alle restrizioni anti- contagio e ripiegare sulla formula on line, da oggi tornano invece “in presenza” le bancarelle della tre giorni di Fiere. Sarà, dopo l’anno sabbatico 2020, l’edizione del green pass e, possibilmente, del distanziamento, per una manifestazione dagli oltre 700 anni di storia certificati. Saranno 460, invece degli oltre 600 abituali, gli operatori, ridistribuiti alla luce dei lavori su Corso Matteotti e del fatto che, lì dove fino al 2019 i banchi venivano posizionati sui due lati della strada (vedi le vie Mazzini, del Torrione e Cascamificio), ora potranno stare su una parte sola.

 

L’area delle Fiere ricomprenderà, nella zona alta, Piazza Federico II, Piazza Colocci, Piazza Ghislieri, Piazza Spontini, Piazza Indipendenza, Piazza della Repubblica, tratto di Corso Matteotti; nella zona bassa Costa Mezzalancia, Piazza Baccio Pontelli, Via Mazzini, Piazzale Mezzogiorno, Via Rosselli, Via Imbriani, Via del Torrione, Piazzale Partigiani Via Granita, Piazzale S. Savino, Via Cascamificio, via San Marino, via Lucagnolo, Campo Boario, via XXIV Maggio, Costa del Montirozzo, via Setificio.

Non ci saranno stabili varchi di controllo agli accessi ma per la presenza in quest’area sarà necessario il possesso di green pass, con verifiche a campione. Obbligo che naturalmente non sussiste per chi per la zona della fiera si trova a dover passare per raggiungere, ad esempio, la propria abitazione che vi è situata. In sede di presentazione dell’evento, l’assessore al commercio Ugo Coltorti ha fatto appello a «buon senso delle persone e rispetto delle regole, per un appuntamento che sia di speranza e rinascita». Per i trasgressori dell’obbligo di green pass, sanzioni da 400 a mille euro. Raccomandato il mantenimento del distanziamento di un metro, va indossata la mascherina in caso di assembramenti.


Sanzioni da 100 a 7mila euro possono invece toccare a chi acquista merce contraffatta da venditori abusivi: su questo fronte Polizia Locale e forze dell’ordine replicheranno il dispositivo che aveva pressoché eliminato nel 2018 e 2019 il fenomeno dilagante negli anni precedenti. Tornando all’aspetto più tradizionale, Confartigianato riproporrà il Premio Bancarella. Per chi dovesse cercare a Porta Valle il consueto tendone dei venditori di prodotti tipici regionali, non lo troverà ma ci saranno gli operatori, anche se sparsi fra piazza Baccio Pontelli e l’anello d’asfalto di Porta Valle, aree maggiormente “sguarnite” da chi alla partecipazione ha rinunciato. Ci saranno anche, a San Savino, i venditori di animali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA