Fabriano: 30 contravvenzioni in 48 ore. Il pugno di ferro degli autovelox

Venerdì 25 Ottobre 2019 di Marco Antonini
FABRIANO  - Colonnine arancioni per la riduzione della velocità nelle principali strade di Fabriano in funzione. Meno piloti al volante nelle vie trafficate. Diminuiscono le infrazioni rilevate. Solo nei giorni scorsi, gli agenti della polizia locale, agli ordini del dirigente Aldo Strippoli, hanno elevato 30 multe in 48 ore tra sabato e domenica scorsi ad automobilisti indisciplinati che circolavano a una velocità superiore al limite di 50 km/h. È scattata la fase sanzionatoria. Grazie al Telelaser utilizzato sia manualmente che all’interno di una delle 9 colonnine posizionate in punti cruciali di Fabriano, la Polizia locale ha attivato un servizio di controllo mirato alla prevenzione e alla repressione degli eccessi di velocità.

Fabriano, stop a rifiuto selvaggio Pugno di ferro, una multa al giorno

Fabriano, vegliava la salma padre Donna multata davanti all’obitorio
 

Oltre 30 sono state le infrazioni complessivamente rilevate, sia in area urbana che sulle strade delle frazioni, ad automobilisti che superavano i limiti consentiti di oltre 10 chilometri orari, ma non oltre i 40. In questo caso, la sanzione prevista è di 173 euro con detrazione di 3 punti dalla patente. In un caso è scattata una multa da 544 euro, con detrazione di 6 punti dalla patente e sospensione della stessa da uno a tre mesi, perché il mezzo viaggiava oltre 40 chilometri orari sopra il limite dei 50. «Vale la pena ricordare che l’eccessiva velocità è il fattore che più di ogni altro influisce sul rischio e sulla gravità degli incidenti stradali compresi quelli che coinvolgono i soggetti più fragili ossia ciclisti e pedoni: è fondamentale, per la sicurezza delle strade, non superare i limiti e adeguare sempre la guida alle condizioni meteo e del traffico», si legge nella nota della Polizia locale di Fabriano. I controlli proseguiranno periodicamente su tutte le strade. Con l’arrivo degli apparecchi, negli ultimi mesi, sono diminuiti nettamente gli incidenti e si azzerano le infrazioni in alcune vie.

Gli automobilisti guidano con più attenzione rispettando i limiti di velocità: da gennaio a luglio la polizia locale è intervenuta in 32 incidenti per le vie di Fabriano, 12 in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Sulle vie più trafficate l’installazione degli autovelox, nove in città, senza contravvenzione nella prima fase dei mesi passati, ha dato frutti. Lungo viale Serafini, quartiere Borgo, le infrazioni sono diminuite del 60% segno che gli automobilisti quando vedono la colonnina arancione, pur non sapendo se è attiva o no, frenano. In viale XIII Luglio, lungo l’arteria che collega il centro con lo svincolo SS 76, Fabriano Ovest, le infrazioni sono diminuite del 86,8%. Da evidenziare che quelle gravi – mezzi sorpresi a correre a più di 90 chilometri orari – rispetto alla precedente rilevazione, prima degli autovelox, sono passate da 22 a zero. In viale IV Novembre le infrazioni di velocità sono diminuite del 99,1%; in viale Zonghi del 77,7%. «I dati raccolti sono molto significativi e dimostrano – spiega il sindaco, Gabriele Santarelli – come le colonnine siano un buon sistema di prevenzione. Purtroppo siamo molto indisciplinati quando saliamo sulle nostre macchine. In pieno giorno è stata registrata anche una velocità superiore ai 100 km/h». Adesso è tempo di contravvenzioni. Da marzo, poi, è attivo il sistema Targa System per il controllo, in tempo reale, dei mezzi. Solo in un giorno sono state rilevate 13 revisioni scadute e 6 veicoli privi di assicurazione. Gli autovelox sono posizionati in viale Serafini, via IV Novembre, viale Zonghi e via XIII Luglio, via Serraloggia, via Le Fornaci, via Lamberto Corsi e due in via Dante. © RIPRODUZIONE RISERVATA