La prima nevicata manda subito in tilt la Statale 76: mezz'ora in coda per un camion intraversato

Martedì 30 Novembre 2021 di Marco Antonini
La prima nevicata manda subito in tilt la Statale 76: mezz'ora in coda per u camion intraversato

FABRIANO - La prima neve della stagione fredda è caduta ieri mattina nell’entroterra fabrianese. Sui monti la coltre bianca ha raggiunto anche i 10 centimetri, in città pochi disagi, limitati alle ore mattutine, poi la situazione è andata migliorando. Un camion si è intraversato sulla Statale 76 provocando circa mezz’ora di code e rallentamenti al confine tra Marche e Umbria. La colonnina di mercurio, nelle ultime 24 ore, è notevolmente scesa. Il freddo è arrivato e si è fatto sentire. In poche ore la neve ha colorato di bianco tutto il comprensorio. 

 

Le frazioni in quota

Dalle 9 di ieri mattina fiocchi copiosi sulla città e frazioni. Un manto nevoso che nelle zone più alte, come Belvedere, Poggio San Romualdo, Castelletta, Campodonico, ha raggiunto e superato i dieci centimetri. Nel centro urbano, invece, poca roba, giusto una spruzzata che ha lievemente imbiancato marciapiedi e strade, poi il vento ha iniziato il suo lavoro fermando la nevicata. La macchina comunale ha monitorato la situazione dalle prime ore del mattino, ma non ci sono state situazioni critiche. «Abbiamo predisposto – dice il sindaco, Gabriele Santarelli - sopralluoghi da parte della Polizia locale e della squadra di operai attivando interventi puntuali dove se ne è riscontrata la necessità. 

Verso il monastero

È stato attivato un mezzo spazza neve che ha operato nella zona dell’eremo di San Silvestro abate per liberare la strada che conduce al monastero. Tutti i mezzi, compresi gli spargi sale, sono comunque pronti ad intervenire anche se questa ondata di maltempo sarà veloce». L’unico disagio degno di nota è quello registrato lungo la SS 76. Un mezzo, ieri mattina, all’ora di pranzo, si è intraversato in salita, tra Fabriano e Cancelli, zona confine di regione, direzione Fossato di Vico, mandando in tilt la circolazione per più di mezz’ora, con lunghe code. 
Sul posto gli agenti della polizia stradale e i vigili del fuoco. Con il passare delle ore la situazione è migliorata. Le temperature si sono alzate, la neve si è trasformata in pioggia e in città il manto nevoso si è sciolto velocemente. 

Rischio ghiaccio

La preoccupazione maggiore rimane quella legata all’abbassamento delle temperature nelle ore notturne. Non è escluso, quindi, l’intervento dei mezzi spargi sale per evitare la formazione del ghiaccio.
Anche i vigili del fuoco, per tutta la giornata, sono stati allertati anche se, a conti fatti, al distaccamento di Fabriano non sono arrivate chiamate per interventi causa neve se non quello fatto in mattinata per rimettere sulla giusta carreggiata il mezzo pesante intraversato lungo la Direttrice Ancona-Perugia bloccando la circolazione da Fabriano Ovest, verso Fossato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA