L'ospedale di Torrette è invaso dalle zanzare: colpa dei cantieri. Disinfestazione straordinaria

L'ospedale è invaso dalle zanzare: colpa dei cantieri
L'ospedale è invaso dalle zanzare: colpa dei cantieri
di Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Luglio 2022, 03:10 - Ultimo aggiornamento: 17:39

ANCONA - A Torrette adesso hanno tutti paura delle punture. Non quelle delle siringhe, ma delle zanzare. L’ospedale è invaso dai fastidiosi vampiri svolazzanti. Colpa dei cantieri in corso: le ruspe, a forza di scavare negli acquitrini e scoperchiare tombini, hanno provocato la dispersione nell’aria di migliaia di insetti succhiasangue che hanno assaltato il principale presidio sanitario regionale.

La direzione dell’ospedale è stata punzecchiata da un’ondata di proteste: a lamentarsi della presenza delle zanzare non sono stati solo i pazienti e gli utenti, ma anche i dipendenti.

Il problema

Così, i vertici degli Ospedali Riuniti hanno deciso di eseguire un intervento straordinario di disinfestazione nell’area della Risonanza Magnetica, dove l’invasione degli insetti è stata particolarmente marcata a causa «della momentanea apertura, e successiva chiusura, di una tombinatura all’interno dei cantieri i lavori edili attivi nell’area ospedaliera», spiegano da Torrette. «La Direzione medica di presidio - aggiunge la nota ufficiale - continuerà a monitorare l’area in modo che, qualora si rilevino altri focolai, si potrà prontamente porre rimedio con interventi straordinari come quello menzionato. L’attenzione sulla problematica delle zanzare nell’ospedale di Torrette è sempre elevata. Sono infatti costantemente previste, nel periodo estivo, disinfestazioni routinarie con cadenza ravvicinata sia di tipo adulticida che larvicida, allo scopo di ridurre quanto più possibile i disagi agli utenti». 

Le analisi

Le disinfestazioni vengono effettuate con cadenza mensile nel periodo autunnale e invernale, mentre da marzo a settembre avvengono una volta alla settimana. Ma vista l’eccezionale invasione di zanzare registrata negli ultimi giorni, la Direzione medica ha deciso di interessare l’Istituto Zooprofilattico delle Marche e dell’Umbria per condurre un’analisi specifica sulla tipologia di zanzare che stanno tormentando dipendenti e pazienti dell’ospedale, in modo da individuare i prodotti più efficaci per sterminare il focolaio una volta per tutte. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA