Covid e scuola, sono 92 le classi in quarantena: «Le ultime due sono state le settimane più dure dell'anno scolastico»

Covid e scuola, sono 92 le classi in quarantena: «Le ultime due sono state le settimane più dure dell'anno scolastico»
Covid e scuola, sono 92 le classi in quarantena: «Le ultime due sono state le settimane più dure dell'anno scolastico»
3 Minuti di Lettura
Martedì 1 Febbraio 2022, 01:55

ANCONA - «Le ultime due settimane sono state decisamente le più critiche dall’inizio dell’anno scolastico». L’assessore alla Pubblica istruzione Tiziana Borini ha fatto il punto sull’impatto della pandemia nelle scuole comunali sollecitata da un’interrogazione presentata ieri dal consigliere comunale Daniele Berardienlli (Fi). Una situazione difficile tanto da coinvolgere il personale amministrativo tanto che tre istituti comprensivi non sono riusciti a fornire il dato aggiornato delle classi in quarantena in quanto «il personale di segreteria è a casa in isolamento - ha affermato la Borini. Ogni settimana infatti chiedo ai dirigenti scolastici di mandarmi i dati relativi alle classi in quarantena. L’aggiornamento è a quella dal 21 al 27 gennaio, tranne che per tre istituti».

Complessivamente nella settimana tra il 21 ed il 27 gennaio le classi in quarantena sono state il 40%: 92 su 241. Un trend in aumento con il raddoppio nell’istituto comprensivo Scocchera, l’unica flessione è stata registrata in tutti gli istituto comprensivi tranne che l’istituto Quartieri nuovi dove la classi costrette a ricorrere alla didattica a distanza sono passate da 10 a nove sulle 43 complessive.

Nel dettaglio all’istituto Novelli Natalucci la quarantena ha interessato 16 classi su 44, in aumento rispetto alla settimana precedente quando se ne registravano 12. All’istituto Scocchera 28 classi su 42 (erano 10 la settimana precedente) mentre all’istituto Pinocchio sono in D0ad 21 classi su 60 (17 la settimana precedente), mentre all’istituto comprensivo Posatora-Piano-Archi 18 classi su 52 (11 la settimana precedente). Ferma invece al 20 gennaio la situazione negli istituti Grazie-Tavernelle (14 classi in quarantena su 61), Ancona Nord (24 classi su 48) e Cittadella-Margherita Hack (27 classi su 46). L’assessore Borini ha inoltre ricordato la differenziazione della messa in quarantena delle classi per materne, elementari e medie sulla base dei numeri di alunni positivi. Un elemento destinato a essere uniformato nelle prossime ore. «Siamo in attesa delle nuove norme che dovrebbero partire a livello nazionale - ha ricordato l’assessore Borini - e vediamo se questo potrà in qualche modo semplificare la situazione delle quarantene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA