Assunzioni in Comune, ci sono 22 posti a disposizione. Sono incarichi full time e a tempo indeterminato

Giovedì 25 Giugno 2020
L'ufficio Anagrafe

ANCONA Il palazzo comunale torna alla normalità, la macchina burocratica, che non si è mai fermata, adesso vuole accelerare. Due i filoni: il primo, rientrare progressivamente ma il più in fretta possibile negli uffici lasciando lo smart working; il secondo con nuove assunzioni. Da questo punto di vista l’Ufficio Personale del Comune ha chiesto la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’avvio relativo a due concorsi che consentiranno l’assunzione di 22 persone. Si tratta del concorso per 8 posti di istruttore amministrativo cat. C /1 full time a tempo indeterminato e di quello per 14 posti di funzionario amministrativo cat. D /1 full time a tempo indeterminato. Sull’albo pretorio del Comune è stata pubblicata la sola determina di approvazione del bando, con relativo schema di avviso, non valido ai fini dell’invio delle domande. Non bisogna quindi inviare le domande prima della pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale perché prima di tale data non potranno essere prese in considerazione I termini per la presentazione della domande saranno comunicati successivamente dall’Amministrazione. 

LEGGI ANCHE:

Accusa un arresto cardiaco, corsa contro il tempo per salvare un 60enne

Intanto, ieri, c’è stata una videoconferenza ) per stabilire il rientro negli uffici comunali dallo smart working tra sindacati e Comune. Vi hanno preso parte il sindaco Valeria Mancinelli, il direttore generale Maurizio Bevilacqua e i dirigenti degli uffici. 
«Sarà un rientro graduale - ha spiegato al termine dell’incontro Luca Talevi, segretario generale Cisl Fp - ma necessario per sopperire alle necessità legate al riavvio delle attività e della fine del lockdown, come per esempio negli uffici Anagrafe ed Edilizia». All’Anagrafe, solo per fare un esempio, i tempi per fare una carta di identità sono di circa 2 settimane, visto che ci sono solo 2 dipendenti al lavoro. È stato perciò deciso che il Comune farà un monitoraggio per verificare come possa avvenire questo graduale rientro in sede dei dipendenti e i sindacati hanno chiesto anche un piano anti Covid per tutelare i lavoratori ma anche per l’aumento degli utenti che torneranno a fare le file negli uffici. Comune e rappresentanze sindacali sii sono aggiornati alla prossima settimana per la definizione del cronoprogramma.