Lazio-Verona 1-2: Lazzari e Radu anticipano i regali. Juric ringrazia e sbanca l'Olimpico

Sabato 12 Dicembre 2020 di Giuseppe Mustica
Lazio-Verona 1-2: Lazzari e Radu anticipano i regali. Juric ringrazia e sbanca l'Olimpico

La Lazio non riesce a dare continuità ai propri risultati. Stavolta all'Olimpico passa il Verona. E per Inzaghi è la quarta sconfitta in campionato. Ha tanto da recriminare il tecnico biancoceleste: perché Lazzari nel primo tempo segna nella porta sbagliata, mentre Radu nella ripresa apparecchia per Tameze, che ringrazia per tanta grazia e batte Reina. Inutile il bellissimo pareggio di Caicedo (4° gol in campionato) che aveva ridato speranza alla truppa biancoceleste. Nel momento dello sforzo maggiore, il Verona si è fatto trovare pronto e si è portato avanti in maniera definitiva. Nell'arrembaggio finale poi è salito in cattedra Silvestri: prima su Milinkovic, poi su Immobile e infine su Pereira è stato decisivo il portiere di Juric. Che stasera ha superato la Roma e si gode il sesto posto in classifica. Per la Lazio invece rimane tabù l'Olimpico: su sei partite giocate in casa sono arrivati solamente cinque punti. Troppo pochi per una squadra che punta di nuovo al piazzamento Champions: che stasera è distante tre lunghezze in attesa delle gare di domani. L'unica nota positiva? Martedì si torna in campo per dimenticare questa serata storta. Sarà scontro fraticida tra gli Inzaghi

52'st Non c'è più tempo. Il Verona sbanca l'Olimpico. 

50'st Pereira vicino al pareggio, col sinistro di Pereira: deviato. Il portiere del Verona, col piede, riesce a respingere. 

48'st Si allungherà il recupero, c'è Silvestri a terra. 

46'st Ammonito Colley, entrata decisa su Radu. 

45'st Ancora 5' per le speranze della Lazio. 

42'st Ammonito Fares: fallo tattico sulla ripartenza veronese. Lazovic in campo prende il posto di Zaccagni,

42'st Doppia occasione per i biancocelesti: colpo di testa di Milinkovic e sulla respinta di Silvestri conclusione a colpo di sicuro di Immobile. Si salva in angolo la squadra di Juric. 

41'st Confusione che permette alla Lazio di arrivare alla conclusione con Fares: due rimpalli favoriscono l'esterno che calcia col sinistro, bravo Silvestri. 

40'st Chiuso il Verona. E la Lazio sembra non avere le idee e la forza per andare a riprendere questa partita. 

36'st Ancora doppio cambio biancoceleste: Inzaghi manda in campo Fares e Pereira, escono Lazzari e Akpa Akpro. 

35'st Gioco continuamente spezzettato, la Lazio ancora, dopo aver subito il gol, non è ancora riuscita ad imbastire una manovra offensiva. 

30'st Partita ferma da due minuti, Salcedo è rimasto a terra dopo un tocco di Lazzari involontario sul volto. Intanto entra Colley per il Verona. 

28'st Si sta incattivendo la partita. Squadre dure in mezzo al campo. Sarà un finale di gara ad alta tensione. 

25'st Non è ancora ripresa la partita, perché c'è stato un controllo al Var. E il Verona fa un cambio. Esce l'autore del gol del vantaggio, entra Favilli, un vero centravanti per Juric. 

23'st GOL VERONA: Errore clamoroso della Lazio. Radu sbaglia il retropassaggio verso Reina e Tameze ne approfitta, saltando il portiere spagnolo e insaccando a porta vuota. 

21'st Combinazione di prima intenzione della Lazio che poi premia l'inserimento di Akpa Akpro. Ma è importante l'intervento difensivo del Verona. 

20'st Doppio cambio per Inzaghi: esce Leiva ed entra Escalante. Fuori anche Caicedo, appena ammonito, dentro Correa

19'st Sempre a sinistra la squadra di Juric trova lo spazio per entrare dentro l'area. Attento Reina sui piedi di Salcedo. 

17'st Pericolo il Verona, che sfonda a sinistra e mette pericolosamente in mezzo. Hoedt però sventa la minaccia e manda in angolo. Poi fallo in attacco. 

16'st Punizione per la Lazio, battuta ancora da Immobile che pesca sul secondo palo Milinkovic, la sponda del serbo però non trova nessun compagno pronto ad intervenire. 

13'st Lazzari si mette in proprio: conclusione violenta ma centrale dell'esterno, Silvestri respinge. Poi giallo ad Akpa Akpro, diffidato, salterà il Benevento. 

11'st GOL LAZIO: Meraviglioso gol di Caicedo. Girato di spalle dal limite dell'area, l'attaccante si gira in un fazzoletto e col mancino batte Silvestri sul secondo palo. Rete bellissima. E Lazio di nuovo in partita. 

8'st Ripartenza dell'Hellas Verona, che trova campo aperto. Ma Zaccagni, così come il primo tempo, sbaglia l'ultimo tocco. Attento in ogni caso Hoedt nell'intercettare il passaggio. 

6'st Nonostante il vantaggio, la squadra di Juric non ha cambiato il proprio atteggiamento: squadra sempre pronta ad andare in pressing alto quando la Lazio cerca di giocare da dietro. 

3'st Calcio d'angolo battuto da Immobile. Non bene. E i motivi sono evidenti. 

2'st Angolo per i biancocelesti, se lo guadagna Immobile, che fa il massimo trovandosi in una posizione defilata. 

1'st Iniziata la ripresa all'Olimpico. La Lazio, sotto, cercherà di ribaltare la situazione. 

Il Verona proprio allo scadere del primo tempo trova il gol: e la squadra di Juric è avanti all'intervallo. È decisivo il tocco di Lazzari sulla conclusione di Dimarco. Un primo tempo senza grosse emozioni tranne negli istanti finali. Prima il gol che ha aperto la partita, poi l'occasione per Zaccagni. Bravo a Reina a respingere. Lazio lenta e con poche idee. Pesa l'assenza di Luis Alberto. E anche Acerbi ha dovuto alzare bandiera bianca durante il primo tempo. 

46'pt Finisce il primo tempo.

46'pt Altra occasione per il Verona, bravissimo Reina a chiudere lo specchio della porta a Zaccagni che si era presentato davanti. 

45'pt GOL VERONA: Passa la squadra di Juric. Conclusione di prima intenzione di Dimarco che trova la deviazione decisiva di Lazzari. La palla si sarebbe persa sul fondo, il tocco dell'esterno batte Reina. 

42'pt Pochi spazi. La Lazio è brava a non concedere nulla. Anche se fino al momento non ha creato niente lì davanti, tranne quando l'azione di pressing di Akpa Akpro ha permesso ad Immobile di calciare in porta. 

39'pt Primo tiro nello specchio della porta della partita: è del Verona, che se ne va a sinistra con Velose che trova Tameze: colpo di tacco che non impensierisce Reina. 

37'pt Juric cerca di soffocare tutte le fonti di gioco di Inzaghi: Tameze continua la marcatura a uomo, in fase di non possesso palla, su Hoedt quando la Lazio cerca d'imbastire da dietro la manovra. 

36'pt Punizione dalla trequarti per il Verona: colpisce di testa Magnani, ma per Reina nessun problema. 

35'pt Lazio attenta e Verona che cerca, con molta calma e senza mai forzare, di trovare lo spazio giusto. 

30'pt Fase confusa della partita. Imprecisioni in mezzo al campo di entrambe le squadre. La sensazione che Lazio e Verona si temano. Acerbi intanto è andato direttamente negli spogliatoi. 

28'pt Non ce la fa Acerbi: entra Hoedt. A livello tattico non cambia assolutamente nulla. 

25'pt Funziona l'asse Caicedo-Immobile: stavolta è Ciro a cercare l'ecuadoriano. Controllo e conclusione mancina. Palla fuori. 

24'pt Problemi per Acerbi: Hoedt è già pronto ad entrare in campo. Sembra un problema muscolare per il difensore della Lazio. 

23'pt Pende a destra l'azione della Lazio, dove Lazzari è molto spesso trovato in profondità. Dall'altro lato la squadra di Inzaghi non riesce ancora a trovare le giuste misure. 

19'pt Va alla conclusione il Verona, ma il gioco era fermo per fuorigioco. Dalle immagini, inesistente. 

18'pt Superiorità numerica per l'Hellas Verona che si trova due contro uno: Zaccagni però sbaglia il passaggio per Tameze, che è costretto a calciare dal limite. Palla in angolo. 

14'pt Occasione importante per la squadra di Inzaghi, la migliore fino al momento: Akpa Akpro ruba palla a Barak e il pallone arriva a Immobile che da dentro l'area calcia clamorosamente a lato. 

12'pt Buona azione della Lazio che sfonda per vie centrali. Milinkovic può concludere, ma sbaglia poi l'appoggio per Caicedo. 

9'pt L'azione del Verona si sviluppa soprattutto a sinistra, con Zaccagni che gioca in quella zona di campo. Ma al momento zero pericoli per la Lazio. 

7'pt Arriva la prima conclusione della Lazio: Marusic affonda a sinistra, e il pallone poi arriva a Immobile che prova la conclusione. Destro ribattuto dalla difesa del Verona. 

5'pt Squadre attente, molto corte. Avvio a ritmi bassi. 

2'pt Caicedo in profondità per Immobile, ma è bravo Silvestri ad uscire sui piedi dell'attaccante biancoceleste. 

1'pt Subito sgroppata di Tameze, che arriva sul fondo e mette in mezzo. Ma non trova nessun compagno. 

1'pt Dopo l'emozione, partita iniziata: primo pallone del Verona. 

«Gli eroi non muoiono mai»: sui maxi schermi dell'Olimpico viene proiettata l'immagine di Rossi con le braccia al cielo accompagnata da questa frase. «Campioni del Mondo» con la voce di Nando Martellini. 

Minuto di silenzio, come in tutti i campi oggi e anche domani, per Paolo Rossi, l'attaccante azzurro morto in settimana. 

All'Olimpico è tutto pronto per l'anticipo serale dell'undicesima giornata di campionato. Lazio e Verona tra poco in campo. 

«È morto il mio idolo da bambino - ha detto Tare prima della partita parlando di Paolo Rossi - è una grande perdita dell'Italia ma anche per il calcio mondiale». 

La Lazio torna all'Olimpico, dove fino al momento ha raccolto solamente 5 punti in altrettante gare. C'è il Verona: non un avversario semplice da affrontare. La squadra di Juric è dietro solamente un punto da quella di Inzaghi. Ma oltre questo i biancocelesti devono cambiare rotta tra le mura amiche. «Sicuramente le gare europee ci hanno tolto energie fisiche e mentali, ma adesso dobbiamo resettare tutto» ha detto il tecnico capitolino in conferenza stampa, alla ricerca solamente dei tre punti, che rilancerebbero la sua squadra in classifica. Per quanto riguarda la formazione possibile riposo per Correa. Al fianco di Immobile ci dovrebbe essere Caicedo. Ci sarà un'assenza pesante: Luis Alberto ieri ha saltato la rifinitura. Al suo posto è pronto Akpa Akpro.

DOVE VEDERLA: La partita sarà trasmessa a partire dalle 20,45 da Dazn.

FORMAZIONI UFFICIALI

LAZIO (3-5-2): Reina; Parolo, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Akpa Akpro, Marusic; Immobile, Caicedo. All. Inzaghi.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Magnani, Dawidowicz; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Zaccagni, Barak; Salcedo. All.: Juric.

ARBITRO: Abisso di Palermo.  

Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre, 00:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA